• 16 Aprile 2021 13:05

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

L’aumento dell’inflazione è legato a fattori temporanei, spiega Lagarde

Apr 8, 2021

AGI – “L’inflazione è aumentata notevolmente all’inizio di quest’anno rispetto alla fine dello scorso anno. La ripresa riflette diversi fattori, la maggior parte dei quali temporanei e statistici”. È quanto si legge nell’intervento della presidente della Bce, Christine Lagarde, alla 43esima riunione dell’International monetary and financial committee nell’ambito della sessione primaverile dei lavori dell’Fmi e della Banca Mondiale. “È probabile – aggiunge la numero uno dell’Eurotower – che l’inflazione complessiva aumenti ulteriormente nei prossimi mesi, ma è prevista una certa volatilita’ durante tutto l’anno e si prevede che i fattori temporanei svaniranno all’inizio del prossimo anno”.

La pressione sui prezzi resterà debole

“Le pressioni sottostanti sui prezzi – dice ancora Lagarde – dovrebbero aumentare leggermente quest’anno a causa delle attuali restrizioni dal lato dell’offerta e della ripresa della domanda interna. Questa pressione sui prezzi rimarrà complessivamente debole a causa della bassa pressione sui salari e del precedente apprezzamento dell’euro”.

Tuttavia, conclude Lagarde, “una volta che si attenuerà l’impatto della pandemia e si ridurrà la debolezza economica grazie al continuo supporto delle politiche monetarie e fiscali, è probabile che la pressione sui prezzi aumenti lentamente nel medio termine”.

Rispetto all’ottobre 2020, quando si è tenuta la precedente assemblea del Fmi “le prospettive globali sono migliorate grazie ai progressi compiuti nelle campagne di vaccinazione e al forte sostegno politico fornito alle nostre economie. Tuttavia, questa prospettiva piu’ brillante rimane soggetta a notevole incertezza, anche per quanto riguarda il percorso della pandemia e il lancio delle vaccinazioni”.

Appello all’unità

“Dobbiaaamo quindi continuare a stare insieme – dice Lagarde – per affrontare questa grave sfida globale. In questo contesto, è fondamentale astenersi dal ritirare prematuramente gli stimoli, sia sul lato monetario che fiscale. Allo stesso tempo, è essenziale portare avanti misure strutturali in modo che facilitino la riallocazione delle risorse nel tempo verso settori piu’ vitali, minimizzino gli effetti cicatrizzanti permanenti sulle nostre economie e sostengano la crescita potenziale a medio termine”.

“Lo strumento di ripresa, il pacchetto NextGenerationEU, offre un’opportunità unica per modernizzare l’economia europea e affrontare le divergenze che potrebbero mettere a repentaglio il buon funzionamento dell’unione monetaria. A tal fine, lo strumento della ripresa deve essere utilizzato per finanziare investimenti trasformativi e volti a migliorare la produttività e promuovere politiche strutturali ambiziose”, spiega infine Lagarde.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close