• 23 Ottobre 2021 23:44

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Attentato Orlando, causa a social media

Dic 20, 2016

martedì 20 dicembre 2016 05:00

(ANSA) – WASHINGTON, 20 DIC – Alcuni familiari delle vittimedell’attentato al gay club di Orlando hanno citato in giudizioTwitter, Facebook e Google per aver fornito con le loropiattaforme “supporto materiale” alla propaganda Isis econtribuendo a radicalizzare l’autore della strage, Omar Mateen.Le Corti finora sono state riluttanti a ritenere responsabili igiganti del web per i contenuti postati, ma se questa causasenza precedenti avesse successo, dicono gli esperti, potrebberivoluzionare il mondo dei social media. Nella causa, le famiglie di tre vittime sostengono che le trepiattaforme web “hanno fornito al gruppo terroristico dell’Isisaccount usati per diffondere la propaganda estremista,raccogliere fondi e attrarre nuove reclute”. “Senza Twitter,Facebook e Google (YouTube), la crescita esplosiva dell’Isisdegli ultimi anni nel gruppo terroristico più temuto al mondonon sarebbe stata possibile”, si legge nella citazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close