• 6 Ottobre 2022 0:36

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Torino, assediato dai debiti uccide la moglie a martellate e si impicca in cantina: il figlio trova i cadaveri

Ott 21, 2016

Oberato dai debiti, ha ucciso la mogie a martellate, poi è sceso in cantina e si è impiccato. E’ stato il figlio della coppia a scoprire la tragedia. Questa mattina all’alba, è stato trovato in un appartamento di corso Orbassano 376, nel quartiere Mirafiori, alla periferia sud-ovest della città e nei pressi dello stabilimento Fiat Mirafiori, il corpo di Natalina Montanaro, 72 anni, uccisa a martellate. A ucciderla è stato il marito Francesco Tonda, di 69, che dopo averla ammazzata è sceso nella cantina del palazzo dove abitavano e si è impiccato, lasciando un biglietto che ha permesso di trovare i due corpi e in cui spiega a grandi linee i motivi del tragico gesto. Sembra, secondo i primi accertamenti

della polizia, che l’uomo fosse assediato da debiti sempre più pesanti di cui la moglie era all’oscuro: sarebbe questo il movente dell’omicidio-suicidio.

A scoprire la tragedia è stato il figlio, che ha subito dato l’allarme al 113. Sono accorsi gli agenti della squadra volanti della polizia e i soccorritori del 118, ma per entrambi i coniugi non c’era più nulla da fare. I due avevano un figlio e una figlia, entrambi residenti altrove

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close