martedì 13 dicembre 2016 10:00

ROMA«Le qualifiche sono un aspetto che voglio migliorare, su cui voglio continuare a lavorare. La scorsa stagione è stata difficile perché ci sono stati momenti chein cui abbiamo avuto diversi problemi. A Singapore abbiamo avuto un buon weekend, ma in qualifica c’è stato un problema con gli pneumatici. È accaduto anche in altre occazioni, in cui abbiamo faticato a trovare il bilanciamento della vettura. Possiamo ancora migliorare nell’analisi delle temperature della pista e nella sua evoluzione». Felipe Nasr fa il punto sulla stagione appena trascorsa, in cui ha segnato l’unico punto in classifica per la Sauber, con il nono posto a Interlagos: un risultato che ha permesso alla scuderia di superare la Manor nel campionato costruttori e di garantirsi un finanziamento di oltre 13 milioni di dollari.

STAGIONE DIFFICILE – Secondo Nasr, la prima parte della stagione è stata particolarmente difficile anche a causa dei problemi finanziari che hanno condizionato lo sviluppo della vettura. «Ci sono state un paio di occasioni quest’anno in cui speravo di poter segnare qualche punto, come la gara in Austria, dove però è entrata la safety car. A Silverstone, invece, abbiamo avuto un buon passo sulle gomme da bagnato. Il Brasile, poi, è stata una delle gare più belle che io abbia fatto finora», ha concluso.

Le news sulla Formula 1