• 20 Ottobre 2021 14:49

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Esame Reggina per l’UnicusanoFondi

Dic 22, 2016

giovedì 22 dicembre 2016 06:40

Iniziare il girone di ritorno nel miglior modo possibile. Superare l’easme Reggina e mettere altri importanti punti all’attivo. Con questi obiettivi scenderà in campo l’UnicusanoFondi oggi al Granillo in un match, quello tra la Reggina e il club dell’Università Niccolò Cusano, che sarà raccontato in diretta su Radio Cusano Campus.

GIRO DI BOA. Riavvolgere il nastro e tornare a quattro mesi fa, quando l’UnicusanoFondi ospitò la Reggina nella partita inaugurale della Lega Pro: quel caldissimo pomeriggio di fine agosto diede il via alla nuova stagione nella maniera migliore per la squadra rossoblù, con un successo di prestigio e un’affermazione inaugurale di buon auspicio contro un grande club. Oggi, con il Natale alle porte e un girone d’andata appena messo in archivio, è la squadra dell’Università Niccolò Cusano a far visita agli amaranto, vedendosi aprire davanti a loro le porte di un altro stadio di splendida tradizione come il “Granillo”. Basta andare con la mente alle tante squadre che hanno calcato quel manto erboso, ai tanti campioni che vi hanno messo piede, per pensare e credere che oggi sarà un altro giorno da ricordare, un altro giorno da vivere, un altro giorno da celebrare magari nel modo migliore.

ESAME GRANILLO. Perché a partire dalle 14,30 (arbitro Natilla di Molfetta) le carte che la compagine rossoblù metterà sul tavolo (pardon, sul rettangolo di gioco) sulle rive dello Stretto appaiono decisamente migliori rispetto a quelle di chi quel rettangolo di gioco lo frequenta abitualmente. L’UnicusanoFondi inizia la fase discendente forte di una posizione che garantirebbe i play off, ottima per una neopromossa ma che al tempo stesso alimenta qualche rimpianto; la Reggina di Karel Zeman vive invece un periodo nero, a secco di vittorie da più di due mesi e “seduta” su un ultimo posto tanto deludente quanto pericoloso per un ambiente che ha paura di perdere il posto in quel mondo professionistico da poco ritrovato. È giusto pensare che oggi i reggini giocheranno una gara di grande vigore agonistico e mentale, perché sarà determinante ritrovare quel successo che sembra dimenticato. Ma i calciatori che militano nel club dell’Università Niccolò Cusano sono altrettanto determinati, con il primario intento di mettere da parte la deludente prova di Catanzaro e trovare anche in campo avverso quelle spinte che tra le mura amiche sembrano essere pane quotidiano. Rispetto alla partita giocata a Catanzaro, il tecnico Sandro Pochesci valuterà nelle ultime ore le scelte da fare circa la squadra da mandare in campo.

LA CARICA DEL PATRON. L’incoraggiamento più gradito alla squadra, prima della partenza per Reggio Calabria, è arrivato direttamente dal Patron Stefano Bandecchi in visita a Fondi per spronare giocatori e staff tecnico a dare sempre il massimo per la maglia che rappresentano. Il Patron ha chiesto di giocare un girone di ritorno con la convinzione di centrare obiettivi importanti, a partire proprio dal match di oggi contro la Reggina. «Il nostro compito sarà quello di seguire la strada che ci ha indicato», ha commentato il tecnico Sandro Pochesci.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close