Qualche mese prima lo scoppio della pandemia, Ricciardi veniva nominato Presidente del “Mission Board for Cancer” istituito dalla Commissione Europea nel quadro di Horizon Europe, alla guida di un gruppo di 15 esperti con il compito di valutare e approvare i finanziamenti per progetti di ricerca in ambito oncologico.

La pandemia da nuovo coronavirus ha cambiato la traiettoria della carriera di Ricciardi, non più solo un professore conosciuto nel suo ambiente e dagli addetti ai lavori, ma il simbolo della lotta alla pandemia e in particolare il volto delle chiusure, il consigliere del ministro della Salute, Speranza che mai si è lasciato prendere da facili entusiasmi e davanti a una situazione in evidente peggioramento ha sempre indicato la stessa strada: chiudere, chiudere, chiudere. Lockdown, restrizioni, nessuno spiraglio per non dare al virus la possibilità di replicarsi.

Il professor Ricciardi può avere commesso degli errori ma nel bilancio del tragico anno 2020, guardando a morti e contagi e ospedali al limite, si può tranquillamente dire che dal punto di vista prettamente sanitario le sue esternazioni, spesso più allarmistiche di quelle del governo che lo ha scelto, avevano e hanno una base di verità. Per le sue dichiarazioni pro lockdown, Ricciardi è diventato il bersaglio dei politici e personalità, vedi Salvini e Sgarbi oggi che, pur ammutoliti per brevi periodi dal crescente numero di morti (90mila in poco meno di un anno in Italia), hanno sempre malsopportato l’unico approccio, efficace quanto doloroso, per contenere la pandemia: il lockdown.

Le richieste di lockdown di Ricciardi avevano messo d’accordo anche i due «nemici» lombardi, il sindaco di Milano Sala e il presidente della Regione, Fontana: emtrambi contrari a chiudere Milano a fine ottobre come richiesto da Ricciardi che temeva la seconda ondata. Cosa che poi è puntalmente arrivata assieme a un altro tipo di polemiche, il ritardo con cui la città e poi la regione venivano dichiarate zona rossa.

Riproduzione riservata ©

Per saperne di più

loading…