I militari della guardia di finanza di Pisogne, in provincia di Brescia, al termine di una verifica fiscale hanno individuato un commerciante di mobili che, tra il 2010 e il 2015, ha omesso di dichiarare tutti i ricavi conseguiti dalla propria attività. Secondo quanto emerso dalle indagini, le mancate dichiarazioni ammontano a oltre 10 milioni di euro, con una Iva

non versata superiore ai due milioni.

A insospettire le Fiamme gialle, sono state le evidenti capacità economiche che caratterizzavano il tenore di vita dell’imprenditore (dalla frequentazione di centri wellness di lusso al noleggio di auto di grossa cilindrata), in evidente sproporzione con i redditi dichiarati. L’uomo, di 37 anni, è stato denunciato alla procura presso il Tribunale di Brescia per il reato di omessa dichiarazione.