• 29 Luglio 2021 14:18

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Un acceleratore globale per le startup FoodTech (con Barilla come main partner)

Set 13, 2016
LAVORO-3-FOTO-1-2-300x200

Avete una buona idea per una startup che metta insieme cibo e tecnologia? Se non l’avete ancora fatto (già in 200 si sono presentati) vi restano pochi giorni per presentare il vostro progetto e tentare di ottenere l’ammissione ad un acceleratore di startup FoodTech.

Si tratta di Startupbootcamp FoodTech, il primo acceleratore globale e indipendente nel settore sostenuto da Gambero Rosso, LVenture Group, Monini, Cisco e M3 Investimenti e che da oggi trova come main partner un colosso alimentare italiano come Barilla.

L’annuncio dell’intervento dell’azienda emiliana arriva in una fase già avanzata del processo di reclutamento. Barilla supporterà il programma Startupbootcamp FoodTech sia nella fase di selezione che si completerà con i Selection Days a Roma dal 20 al 22 ottobre, sia durante l’accelerazione vera e propria che vedrà coinvolte a partire dal 21 novembre le top 10 startup foodtech selezionate dal programma. «Con l’arrivo di Barilla, si conferma la nostra scelta di lanciare in Italia il primo acceleratore globale ed indipendente al mondo specializzato nel foodtech – ha commentato Peter Kruger, Ceo di Startupbootcamp FoodTech -. Barilla è il brand italiano che meglio riassume quel mix di qualiltà di prodotto e di eccellenza industriale che fanno dell’Italia una destinazione leader per tutte le startup globali che operano nel foodtech».

Startupbootcamp FoodTech ogni anno investirà in circa 10 startup del settore foodtech, fornendo 15mila euro di capitale, oltreché servizi di tutoraggio e mentoring, 6 mesi di ospitalità (inclusi 3 mesi di accelerazione) e l’accesso ad un network di partner di settore, investitori e fondi di venture capital internazionali.

Al rpimo finanziamento va aggiunta la possibilità per le startup migliori di aggiudicarsi ulteriori 35mila euro sotto forma di convertible notes sottoscritti da alcuni dei partner principali come LVenture e PiCampus.

Le startup selezionate avranno inoltre accesso diretto ai contatti chiave del settore, tra cui:

• più di 100 mentor da startup e aziende come Facebook, Amazon, Guala, Cisco, Monsanto, Google, Intel, Salesforce, The Fork e molti molti altri;

• oltre 1.000 Business Angel e VC come Accel, Endeit, Earlybird, Sunstone, Google VC;

• oltre 200 attori influenti nelle industrie alimentari, nonché leader esperti del settore foodtech.

FoodTech_2016_FastTrackMapTall_SITE

L’annuncio dell’ingresso di Barilla è avvenuto nell’ultima tappa a Milano del FastTrack World Tour che l’acceleratore di startup, basato a Roma, ha condotto in giro nel mondo attraverso dieci tappe, da Londra a Bangalore, da Berlino alla Silicon Valley, e durante la quale sono state incontrare oltre 100 startup leader nel foodtech globale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close