• 19 Agosto 2022 23:22

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Udine, ucciso con coltellata: corpo in casa, bloccava ingresso

Apr 23, 2017

UDINE – Un uomo è stato trovato morto, ucciso con una coltellata, all’ingresso del condominio dove viveva, nel centro di Udine. Il corpo della vittima, Kwasi Acheampong, 34 anni ghanese, era a terra, appoggiato contro la porta d’ingresso del condominio dove viveva, in via Muratti a Udine.

È stato il suo coinquilino, un connazionale, a dare l’allarme. Non riuscendo a entrare in casa per l’ostacolo del corpo che bloccava la porta, ha chiesto l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno sfondato porta e scoperto il delitto. Il coltello era dentro l’appartamento e a ucciderlo, secondo le prime informazioni, sarebbe stato un solo colpo, inferto con precisione al petto.

Sul posto si è recato il pm di turno, Luca Olivotto, assieme al medico legale, Lorenzo Desinan, 118 e vigili del fuoco. Acheampong era arrivato in Italia nel 2011; dapprima aveva abitato a Vicenza poi dal novembre 2012 si era trasferito a Udine, dove ha ottenuto un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

“È con sgomento che apprendiamo del tragico fatto accaduto oggi a Udine, e siamo fiduciosi che il colpevole possa essere assicurato quanto prima alla giustizia”, ha detto in una nota il sindaco, Furio Honsell. “Udine è una città che non conosce questo genere di violenza – ha continuato Honsell – che la rifiuta e la condanna fermamente. Siamo quindi costernati di quanto è successo e attendiamo le indagini delle forze dell’ordine che sono prontamente accorse sul posto, nelle quali riponiamo totale fiducia”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close