• 25 Luglio 2021 6:02

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Trenitalia: recuperati 800mila euro grazie ai nuovi biglietti anti evasione

Ott 4, 2016

Il nuovo biglietto ferroviario regionale stato introdotto soprattutto per combattere due fenomeni: evasione ed elusione. Lo ha detto l’ad di Trenitalia, Barbara Morgante, in audizione alla commissione Lavori Pubblici del Senato. Morgante ha sottolineato che i vecchi biglietti a fascia erano un veicolo per l’elusione perch non avevano origine e destinazione. Inoltre, ha aggiunto, c’erano dei biglietti a validit a sessanta giorni che non venivano timbrati

e venivano utilizzati pi volte. Sono stati controllati circa 6.500 treni e due milioni di passeggeri con 6.400 sanzioni effettuate e con un’evasione su questi controlli che si aggira intorno al 9% (8,72%). L’ad di Trenitalia ha sottolineato che sono stati recuperati oltre 800mila euro e che in due mesi, ad agosto e settembre, sono state emessi oltre 30 milioni di nuovi biglietti regionali con soli 100 reclami presentati, ossia lo 0,0003%, e con un incremento dei ricavi del 4%.

Entro i primi mesi del 2017 pronti 50 Frecciarossa 1000

Ed quasi a compimento il programma di acquisizione della flotta intera dei Frecciarossa 1000, ha spiegato Barbara Morgante. Siamo – ha riferito – al 40esimo treno consegnato entro i primi mesi del 2017. L’intera flotta, costituita da 50 treni, sar portata a termine da parte dei costruttori che sono Ansaldo, oggi Hitachi, Bombardier.

Aumento del 2% con i nuovi pedaggi

Morgante ha poi parlato dei nuovi pedaggi che Trenitalia e altri operatori dovranno pagare a Rfi. Sull’Av, nel sessennio di validit del periodo regolatorio della delibera dell’Art, (Autorit di Regolazione dei Trasporti) l’aumento del 2%, per i servizi internazionali di collegamento alle stazioni di confine l’aumento medio annuo del 33%, per le Freccebianche l’aumento medio annuo del 27%, la media lunghezza, in servizio universale con lo Stato, aumenta del 21% ogni anno, i servizi regionali del 4%, ha spiegato. Nei prossimi anni, da una parte si incrementeranno alcuni servizi a mercato, dall’altra saremo costretti a ridurre dei servizi, che sono sempre a mercato ma vanno su linea tradizionale, quindi prevalentemente le Freccebianche, ha concluso.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close