• 5 Ottobre 2022 7:28

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Sui bond il mercato naviga a vista

Ott 22, 2016

uno di quei momenti in cui pu succedere tutto e il contrario di tutto, sui rendimenti dei titoli di Stato nell’Eurozona. Nel breve e nel medio-lungo termine.

Non raro che questo accada, sui mercati anzi le fasi di forti incertezze sono ricorrenti: gli investitori, grandi e piccoli, i trader e gli arbitraggisti di lungo corso entrano ed escono continuamente ora dal sereno ora dalla pioggia, dalla nebbia e dalla bonaccia, dagli uragani e dalle trombe d’aria. Si naviga a vista anche adesso, e si scruta continuamente l’orizzonte nella speranza di intravedere la terra ferma, che sarebbe una tendenza consolidata, il lido sicuro che porta al profitto, la normalizzazione delle cose.

I rendimenti dei titoli di Stato nell’Eurozona non riescono al momento ad avviarsi verso una direzione certa. Tali e tante le incognite. Di carattere tecnico e fondamentale.

Il primo a lasciare il mercato in balia delle onde stato il presidente della Bce, confermando gioved quello che si intuiva gi, e cio, che presto per trarre conclusioni sulle prossime mosse di politica monetaria non convenzionale della Bce, che continua a perseguire il suo target di inflazione vicina ma sotto al 2 per cento. Il programma di acquisti potrebbe andare oltre il marzo 2017, la scadenza attuale, ma se si dovesse manifestare un problema di scarsit sui titoli acquistabili (“eligible”) anche prima di quella data – il che probabile stando ad alcuni calcoli che girano sul mercato – allora si cercher tra una o pi opzioni sul tavolo. Queste opzioni sono talmente variegate che possono far schizzare all’ins o far calare pesantemente ora i titoli di Stato tedeschi ora quelli degli Stati periferici ai quali l’Italia appartiene. Lungo la curva a breve, medio e lungo termine. Tutto e il contrario di tutto.

Altra incognita legata allo spread, cio al premio sul rischio sovrano. Le ripercussioni dall’esito del referendum sulla riforma costituzionale assumeranno sul mercato dei titoli di Stato sul breve termine un allargamento o un restringimento dello spread BTp/Bund, che poi potrebbe richiudersi o riaprirsi sul medio-lungo termine a seconda dei vari scenari politici ipotizzabili.

Anche le elezioni americane avranno un impatto sul mercato dei cambi e quindi sulla crescita economica americana, trascinando all’ins o all’ingi le prospettive economiche in Europa. Stesso pu dirsi per Brexit. Con riflessi non da poco sul Pil italiano, che stenta a prendere slancio, e quindi sul debito/Pil italiano che stenta, a scendere.

In tutto questo, anche le mosse della Federal Reserve sui tassi e l’andamento dell’inflazione americana riguarderanno l’Eurozona perch il Bund tende a scimmiottare i Treasuries, indipendentemente dall’inflazione europea. E non

Ecco perch sul mercato in questo momento la domanda per i bond va e viene, i risparmiatori e gli investitori stranieri si sono allontanati dal BTp Italia (la parte del leone l’anno fatta gli italiani, molti gli istituzionali) mentre il BTp a 50 anni stato sottoscritto prevalentemente da investitori istituzionali esteri, con la quota italiana marginale. Chi va a caccia di rendimenti, chi si limita al mordi e fuggi, chi sta alla finestra e resta liquido in attesa di tempi migliori. Tutto e il contrario di tutto.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close