• 16 Ottobre 2021 11:23

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Selvaggia Lucarelli insulta i beneventani e il sindaco Mastella la denuncia

Ago 30, 2016

La blogger Selvaggia Lucarelli offende i sanniti, almeno secondo il sindaco di Benevento. E Mastella la denuncia. Lite sul web sull’asse Bangkok-Benevento. Non va giù all’attrice e opinionista tv che la capitale della Thailandia sia la città più visitata al mondo dopo Londra e New York.

Scrive su facebook (il 28 agosto alle 18,30): “Ci sarà una ragione. Ve la dico io la ragione: è la stessa per cui Mastella è stato eletto sindaco a Benevento. Ovvero: libertà di voto e di viaggio concesse con troppa facilità. Fosse per me io sequestrerei tessera elettorale e passaporto a una buona metà del paese”.

Apriti cielo. L’ex ministro, che da poco più di due mesi è diventato sindaco di Benevento strappando il comune dalle mani del centrosinistra che qui governava da dieci anni, va su tutte le furie. E annuncia tuoni e fulmini. Dice: “Che la signorina Selvaggia Lucarelli stando al sole della Thailandia, di certo più forte e pericoloso per gli effetti che produce sulle persone, parli male di me è oltremodo accettabile”.

“Ho letto negli anni – continua Mastella – tante valutazioni cretine per cui una in più o una in meno lascia il tempo che trova, ma è inaccettabile e insopportabile che lei attraverso un post sui social offenda la città di Benevento, la democrazia elettorale e la mia gente”. Mastella annuncia querele e sollecita l’intervento dell’ordine dei giornalisti “per valutare

se esistano condizioni deontologiche superate con incredibile banalità, tali da richiederne l’intervento. Nel frattempo ho dato mandato al mio avvocato di querelare la Selvaggia, molto selvaggia, rozza Lucarelli per tutelare non il mio nome, ma quello della mia città”.

Ecco il Post integrale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close