• 13 Maggio 2021 8:24

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Ritrovata a Casablanca la tela del Guercino rubata a Modena

Feb 16, 2017

stata ritrovata a Casablanca tela del Guercino rubata in Italia nel 2014. La ‘Madonna coi santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo’ proviene dalla Chiesa di San Vincenzo a Modena: la pala dell’altare era stata trafugata tra il 10 ed il 13 agosto 2014. La tela poco prima del furto era stata esposta alla Reggia di Venaria Reale di Torino. La tela, di inestimabile valore, datata 1639, stata offerta in vendita da tre ricettatori a un ricco imprenditore marocchino che ha denunciato i falsi mercanti d’arte.

La procura conferma: il Guercino rubato

La conferma che il quadro trovato in Marocco ufficialmente il ‘Guercino’ rubato nel 2014 giunta dal procuratore di Modena, Lucia Musti. La Procura di Modena – ha detto il procuratore – conferma con la massima soddisfazione che il quadro rinvenuto in Marocco e del cui rinvenimento si ha avuto comunicazione nella serata di ieri, 15 febbraio, attraverso canale Interpol, l’olio su tela raffigurante ‘Madonna con i Santi Giovanni evangelista e Gregorio Taumaturgo’ del noto pittore Giovanni Francesco Barbieri detto ‘Guercino’, trafugato a Modena nella chiesa San Vincenzo, tra il 10 e il 13 agosto 2014. Le indagini, ha sottolineato il capo dei pm della citt emiliana, sono sempre proseguite con il massimo impegno sia da parte dell’Autorit giudiziaria (Pm Claudia Ferretti), sia da parte dei Carabinieri della Tutela del patrimonio culturale, nonch con il coinvolgimento di altre forze di polizia. Le indagini proseguono.

I ricettatori l’avevano offerta per 940mila euro

Sembra che l’opera d’arte sia stata proposta a un ricchissimo uomo d’affari di Casablanca per 10 milioni di dirham (940 mila euro circa). L’uomo d’affari, collezionista, ha subito capito di trovarsi di fronte al capolavoro del Guercino e ha avvisato la polizia. Cos i tre ricettatori sono stati arrestati in flagranza di reato. Subito dopo la scoperta del furto della tela a Modena, era stato dato l’allarme in tutto il mondo nella speranza di ritrovare quello che unanimemente considerato un capolavoro dell’arte italiana. Nessuno avrebbe mai immaginato di ritrovarlo in un quartiere popolare di Casablanca, dove i tre ricettatori probabilmente lo hanno tenuto nascosto. La tela di grandi dimensioni, misura 293 centimetri per 185 circa. Uno dei tre uomini arrestati, ha vissuto a lungo in Italia.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close