• 21 Maggio 2022 7:01

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Reddito di cittadinanza, sul web il modello fake di richiesta

Mar 9, 2018

Dopo le code ai Caf a Bari, Giovinazzo e Palermo, alcuni bontemponi si sono divertiti a diffondere sui social un modello fake di richiesta all’Inps del reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia della campagna elettorale del Movimento Cinque stelle. Misura che per ora solo sulla carta e costerebbe alle casse dello Stato circa 17 miliardi. I potenziali beneficiari sarebbero gli oltre 9 milioni di italiani che non raggiungono i 9.360 euro l’anno di reddito. Il piano d’azione del M5S prevede 780 euro netti al mese per i single e 1.950 euro per famiglie con due figli. La misura un reddito minimo condizionato alla ricerca di un lavoro e accompagnato dal rafforzamento delle politiche attive.

Il modello fake

Il modello fake che gira in rete ha un simbolo falso dell’Inps e si chiama NTGF/01, Nun Teng Genio e Fatica’. Nel falso modulo si dichiara “di non lavorare; di non aver voglia di lavorare; di credere a babbo natale”. Ci si impegna”ad accettare uno dei tre lavori che mi verranno proposti, pena la perdita del reddito di cittadinanza”. E si chiede che le somme vengano accreditate sul proprio conto corrente. L’invito sui social a spedirlo ai parlamentari Cinque stelle eletti nel proprio collegio inviando agli indirizzi, peraltro non ancora attivi, di Camera e Senato.

M5s: le code ai Caf sono una bufala

Ieri i Cinquestelle pugliesi hanno dichiarato che le code ai Caf sono una nuova bufala lanciata da politici e giornali. Chi lavora nel job center di Porta Futuro a Bari, per, racconta che in tre giorni sono pervenute da persone di et compresa tra i 30 e i 45 anni una cinquantina di richieste di accesso alla modulistica. Anche a Palermo una decina di persone si sono presentate al Caf “Asia” di Piazza Marina.

E al patronato dell’Ente Nazionale di Assistenza Sociale ai Cittadini (Enasc), per frenare il via vai di chi chiedeva informazione hanno affisso un foglio con la scritta in italiano e in arabo in questo Caf non si fanno pratiche per il reddito di cittadinanza. In Puglia, dal Comune di Giovinazzo, l’assessore alle Politiche Sociali, Michele Sollecito, racconta che le domande su questo specifico provvedimento si aggiungono, ma in termini di curiosit, a quelle che da tempo i cittadini pongono per accedere al Reddito di Dignit (Red) della Regione Puglia e al Reddito di Inclusione (REI) del Governo.

Elezioni 2018, l’identikit dell’elettore Cinque stelle

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close