lunedì 28 novembre 2016 17:05

(ANSA) – GENOVA, 28 NOV – E’ stata condannata a cinque anni l’exsindaco di Genova Marta Vincenzi, per i tragici fattidell’alluvione del 4 novembre 2011, in cui persero la vitaquattro donne e due bambine. Il pm Luca Scorza Azzarà avevachiesto 6 anni e un mese. Vincenzi era accusata di omicidioplurimo, disastro colposo plurimo, falso e calunnia, ma perquest’ultima accusa è stata assolta. Secondo l’accusa, ipolitici e i tecnici non chiusero le scuole nonostante fossestata diramata l’allerta 2 e, la mattina della tragedia, nonchiusero le strade. Dalle indagini era emerso che “gli ufficicomunali di protezione civile avevano ricevuto notizieallarmanti già alle 11 mentre il rio Fereggiano esondò intornoalle 13”. Per l’accusa in quelle due ore c’era la possibilità dievitare la tragedia. I vertici della macchina comunale, secondol’accusa, “falsificarono il verbale alterando l’orariodell’esondazione”. “L’accusa di falso è quella più infamante” hacommentato Vincenzi, che ha aggiunto “è solo il primo step, nonè finita”.