• 21 Giugno 2021 0:58

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Volley: Superlega, Civitanova ferma la corsa di Milano

Ott 26, 2017

giovedì 26 ottobre 2017 22:57

BUSTO ARSIZIO (VARESE)- Nel posticipo della terza giornata di Superlega la Cucine Lube Civitanova espugna il PalaYamamay di Busto Arsizio battendo per 3-1 la Revivre Milano e infliggendo così la prima sconfitta in campionato alla formazione lombarda, finora rivelazione di questa primissima fetta di stagione. E’ stata partita vera tra una Revivre guidata da un super Abdel-Aziz (28 punti) e da un muro attento (12 blocks), e una Lube ispirata da un grande Christenson (MVP), a tratti devastante la servizio (10 ace) oltre che più precisa in ricezione: nel primo e nel quarto set la differenza è segnata dal maggior cinismo dei cucinieri nel rush finale dei parziali, in un match caratterizzato da due set decisi ai vantaggi, diversi ribaltamenti nel punteggio che hanno condito una gara in cui anche gli attacchi delle due squadre sono stati protagonisti (55% Lube, 53% Milano). Juantorena è il top scorer Lube con 18 punti.

Con questa vittoria la Cucine Lube Civitanova viaggia con due vittorie su due in SuperLega e 6 punti in classifica (una partita in meno rispetto alle attuali capoliste Modena e Perugia) e si può tuffare sulla prossima imminente trasferta, domenica sul campo della Taiwan Excellence Latina.

I PROTAGONISTI-

Gianluca Galassi (Revivre Milano)- « C’è veramente tanto rammarico. Da pronostico la Lube era favorita, ma abbiamo visto che anche contro le big, prima a Trento e stasera contro Civitanova, possiamo giocarcela. Manca solo forse un po’ di esperienza, di lucidità nei finali di set che come stasera ci sono costati il primo parziale soprattutto. Bella la reazione che abbiamo avuto nel terzo set, poi peccato nel quarto non aver concretizzato un vantaggio acquisito a metà parziale. Anche un punto contro la Lube non sarebbe stato male ».

Giampaolo Medei (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « La Revivre ha fatto un’ottima partita e ce lo aspettavamo. Bravi noi a conquistare il primo set in rimonta, mentre nel terzo abbiamo un po’ peccato facendoci rimontare. Comunque complimenti a Milano, sarà complicato per tutti fare punti in questo palasport, dunque sono molto contento per la vittoria, anche perché sofferta. Nel quarto set siamo usciti da una situazione non facile senza scomporci più di tanto: ognuno ha dato il suo contributo sacrificandosi per la squadra, va in archivio un match con molti aspetti positivi ».

Tsvetan Sokolov (Cucine Lube Civitanova)- « E’ venuta fuori la voglia di vincere questa partita. In questo momento non stiamo al massimo della forma però siamo stati bravi a gestire il match al momento giusto: sicuramente una bella gara contro una Milano che ha giocato veramente bene, complimenti a loro. In questo periodo ci aspettano 4 gare in pochi giorni, dopodomani già ripartiamo per Latina, praticamente non c’è riposo: dobbiamo recuperare al meglio riposando bene e pensando subito al match di domenica su un campo difficile » .

LA CRONACA DEL MATCH-

C’è Sokolov in campo nella Lube, con in banda la coppia Kovar-Juantorena, al centro Stankovic e Cester, Grebennikov libero, anche se coach Medei proporrà nel corso del set diverse volte la soluzione Candellaro-Sander per Stankovic-Kovar. Con Milano c’è la novità Cebulj, schierato da Giani in campo per la prima volta titolare

Primo set subito caratterizzato dal break di Milano, molto efficace a muro con tre block consecutivi di Averill e Adbel-Aziz, con Cebulj protagonista in attacco (11-7). Il turno al servizio di Schott continua con l’ace del tedesco (12-7), la Lube torna a -3 grazie a Juantorena (14-11) ma i milanesi continuano al servizio tornando a +5. Medei inserisce Sander e Candellaro per Kovar e Stankovic, La reazione dei campioni d’Italia arriva con Cester sugli scudi: muro del 19-17 e ace su Cebulj per il 21-21. Ora sono i biancorossi a spingere dei nove metri, Christenson mette un altro ace (22-23): si va ai vantaggi ed è ancora la battuta (4 ace nel set) a premiare i cucinieri (ace Candellaro 24-26).

Il secondo set si apre allo stesso modo (Kovar e Stankovic tornati in campo): servizio Lube devastante con Juantorena (5 punti nel set) e poi Stankovic (2-4), break tenuto con un cambio palla efficace, allargato dal muro di Cester (10-13) e da un errore in attacco dei lombardi (13-17). L’ace di Sokolov piazza la zampata decisiva al set (17-22), nonostante due muri in extremis della Revivre i biancorossi chiudono 22-25.

Cucine Lube Civitanova che sembra padrona del match anche nel terzo set: il muro scava subito un break consistente (8-12), il servizio fa male con Christenson e Juantorena (13-18). Il solo Galassi, insieme ad un costante Abdel-Aziz sembrano gli unici a poter opporre resistenza (16-18), poi arrivano i muri di Cebulj e Piano che valgono la parità (20-20). Il primo match ball è della Lube (23-24), ma il colpo di coda è di Milano ancora con Galassi (7 punti e 100% in attacco con 3 muri in questo set) e il neo entrato Klinkenberg (26-24). Non basta il 70% di Sokolov.

Nel quarto set partono Sander e Candellaro titolari, la Revivre è lanciata dalla rimonta e va avanti 6-4 con gli ace di Abdel-Aziz ma Sokolov non ci sta e mura il 9-10. Milano non molla e ancora con il muro torna avanti sempre con l’opposto olandese in evidenza (18-15), poi arriva la risposta biancorossa con Cester che ferma proprio il principale terminale offensivo dei lombardi (18-18). Il match si fa nervoso, la Lube trova il +2 su un contestato fallo di seconda linea di Sbertoli (20-22), i campioni d’Italia resistono e chiudono con Sokolov (22-25).

IL TABELLINO-

REVIVRE MILANO – CUCINE LUBE CIVITANOVA 1-3 (24-26, 22-25, 26-24, 22-25)

REVIVRE MILANO: Sbertoli 1, Schott 5, Averill 3, Abdel-Aziz 27, Cebulj 16, Piano 3, Piccinelli (L), Preti 0, Fanuli (L), Galassi 9, Klinkenberg 2. N.E. Tondo, Daldello. All. Giani.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 4, Juantorena 18, Stankovic 5, Sokolov 18, Kovar 6, Cester 12, Marchisio (L), Sander 7, Candellaro 4, Grebennikov (L). N.E. Zhukouski, Casadei, Milan. All. Medei.

ARBITRI: Zanussi, Venturi.

NOTE – durata set: 28′, 31′, 28′, 32′; tot: 119′.

LA CLASSIFICA-

Azimut Modena 9, Sir Safety Conad Perugia 9, Cucine Lube Civitanova 6, Revivre Milano 5, Wixo LPR Piacenza 4, Bunge Ravenna 4, Diatec Trentino 4, BCC Castellana Grotte 3, Taiwan Excellence Latina 3, Kioene Padova 3, Gi Group Monza 3, Calzedonia Verona 2, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 1, Biosì Indexa Sora 1.

Note: 1 Incontro in meno: Cucine Lube Civitanova, Bunge Ravenna, BCC Castellana Grotte, Calzedonia Verona;

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close