• 14 Agosto 2022 15:08

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Massafra, donna ferita in piazza: arrestato 31enne che ha sparato all’impazzata tra la folla

Apr 26, 2017

TARANTO – Arrestato nel giro di poche ore l’autore del tentato omicidio avvenuto a Massafra nel pomeriggio del 25 aprile in pieno centro. Si chiama Antonio Bellanova, 31 anni, sorvegliato speciale sottoposto ad obbligo di soggiorno, l’uomo che ha sparato all’impazzata tra la folla centrando anche un’auto di passaggio su cui viaggiava una famiglia. Uno dei proiettili ha colpito il vetro posteriore sinistro e una ragazza di 26 anni è rimasta ferita dalle schegge.

La sparatoria è avvenuta in pieno centro a Massafra intorno alle 18 del 25 aprile tra piazza Vittorio Emanuele e corso Regina Margherita. Secondo alcuni testimoni, qualche minuto prima c’era stata una lite fra Bellanova e un pregiudicato di 37 anni, vicino al chiosco di un bar. E quando il pregiudicato ha inforcato una bicicletta per allontanarsi, è stato inseguito da Bellanova, che ha estratto una pistola e ha cominciato a sparare.

Secondo alcune testimonianze Bellanova ha percorso due lati della piazza sparando all’impazzata tra la gente, fortunatamente senza colpire il suo bersaglio e i passanti. L’ultimo colpo esploso è quello che ha colpito l’auto di passaggio, una Lancia Delta. Il proiettile non ha colpito nessuno degli occupanti, a bordo dell’auto c’era anche un bambino. Una ragazza di 26 anni, tuttavia, è rimasta ferita dalle schegge del vetro esploso.

Sul posto i carabinieri hanno recuperato alcuni bossoli di piccolo calibro, due ogive. Dalle testimonianze e dalle riprese

delle telecamere di video-sorveglianza i militari hanno ricostruito la dinamica del tentato omicidio e identificato l’autore che è finito in carcere con l’accusa di tentato omicidio, porto abusivo di arma clandestina ed esplosione di colpi in luogo pubblico, oltre che di violazione della sorveglianza speciale. Denunciata per favoreggiamento anche la vittima dell’azione di fuoco che, in maniera del tutto reticente, non ha dato alcuna utile informazione ai carabinieri.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close