di Filippo Testini

lunedì 28 novembre 2016 08:45

MILANO – Arrivato in estate al Milan dopo aver contribuito in maniera determinante alla risalita in Serie A del Pescara, Gianluca Lapadula sembrava caduto un po’ nel dimenticatoio rossonero. Le buone prestazioni della squadra allenata da Vincenzo Montella, tornata a lottare nelle parti alte della classifica, avevano regalato poco spazio all’attaccante classe 1990. Ma d’improvviso le cose cambiano e Lapadula è riesciuto a trovare, complice anche l’infortunio di Carlos Bacca, lo spazio necessario ad esprimere le proprie qualità.

A Empoli ha messo in scena una partita quasi perfetta, fatta di giocate, sacrificio e, soprattutto, due gol. Il 4-1 del Milan, infatti, porta la firma importante dell’ex Pescara, che ora però potrebbe trovarsi a fronteggiare la maledizione della maglia numero 9 milanista con l’Empoli. Ne sanno qualcosa Luiz Adriano, Mattia Destro e Fernando Torres, proprietari della casacca che fu, storicamente, di un bomber di razza come Filippo Inzaghi.

EMPOLI-MILAN 1-4: LAPADULA FIRMA IL CLOSING CON GLI EMPOLESI

LUIZ ADRIANO – Arrivato nel 2015 per 8 milioni di euro, l’attaccante brasiliano sigla il suo primo gol in Serie A alla sua seconda presenza nel campionato italiano proprio contro l’Empoli. Il 29 agosto di un anno fa, infatti, l’ex punta dello Shakhtar Donetsk delizia San Siro con una partita da protagonista: prima serve l’assist per l’1-0 di Bacca e poi fissa il risultato finale sul 2-1. Da lì in poi, però, la carriera rossonera di Luiz Adriano subisce una grave battuta d’arresto, che porta il brasiliano a sedersi spesso in panchina.

FERNANDO TORRES – Considerato uno dei migliori colpi di mercato nell’estate 2015, Fernando Torres ha siglato solo un gol con il Milan. Il 23 settembre, nella sfida del Carlo Castellani, lo spagnolo buca la porta dell’Empoli, per quella che resterà l’unica realizzazione prima di fare ritorno all’Atletico Madrid già a gennaio dopo appena 10 presenze.

MATTIA DESTRO – Proprio mentre il Niño faceva il suo ritorno al Vicente Calderon, il Milan dava il benvenuto a Mattia Destro. Arrivato in prestito dalla Roma, l’attaccante di Ascoli Piceno ha segnato il primo gol con la maglia milanista nell’1-1 di San Siro contro l’Empoli. Fino a giugno, quando è tornato a Roma per poi accasarsi al Bologna, per Destro arrivano solo altri due gol e poche soddisfazioni.

TUTTO SUL MILAN