• 25 Ottobre 2021 21:37

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Volley: A2 Maschile Girone Blu, Civita Castellana stronca la resistenza di Cantù

Dic 18, 2016

domenica 18 dicembre 2016 01:36

MONTEFIASCONE (VITERBO)- Fresca di impresa in Coppa con l’accesso alla semifinale strappato con le unghie a Castellana Grotte, la Ceramica Globo Civita Castellana affronta la terza giornata di ritorno a Montefiascone contro la Libertas Cantù che cerca di restare attaccata al treno playoff.

Canturini vittoriosi al tie-break nell’ultima contro la Materdomini, così come civitonici passati indenni e con tre punti sul campo di Montecchio.

Il successo stasera arride ai laziali che spengono progressivamente le resistenze dei lombardi capaci di resistere alla pari per i primi due set, persi dopo dura lotta, prima di “sciogliere” completamente nel terzo. Risultato finale netto che dipinge perfettamente il divario tecnico fra le due formazioni.

LA CRONACA DEL MATCH-

Spanakis schiera Marchiani-Banderò in diagonale, Bortolozzo-Valsecchi centrali, Preti-Marinelli schiacciatori e Cicola libero.Coach Della Rosa manda in campo Gerosa-Caio, Monguzzi-Alborghetti al centro, Richards e Riva in posto quattro con Butti libero.

Parte forte Cantù e l’ace di Caio porta avanti 1-4 gli ospiti. Padroni di casa che faticano a trovare le misure in attacco e Richards può affondare ancora la ricezione rossoblù e far scattare d’impeto la sirena di coach Spanakis (2-7). Marinelli giostra bene i palloni serviti da Marchiani e i laziali riagganciano grazie al muro di Bortolozzo. Sulla difesa di Cicola è Preti in contrattacco a siglare la parità sfondando il muro a tre canturino (10-10). Libertas che continua a pungere in battuta e Richards fa ancora i suoi bei danni, scatenando subito dopo la risposta di Banderò che esplode l’ace del 15-15. Videocheck chiesto da Civita per presunta invasione: nessun tocco e si prosegue.

Alborghetti sente la partita dell’ex e le sue conclusioni dal centro vanno sempre a terra, mentre Caio trova l’opposizione ancora di Bortolozzo a muro. Civita stacca il ventesimo punto con l’ace di Marchiani che sorprende Riva e sullo scambio seguente l’errore in attacco porta il tecnico Della Rosa a fermare il gioco quando siamo 21-18. Tapin di Banderò e sul 23-21 Civita prova a chiudere con l’entrata di Pellegrino per Marchiani al servizio, ma Caio prolunga e il muro di Gerosa su Marinelli porta il punteggio ancora in parità. Magia di Richards in recupero anche se il martello ospite si aiuta con i supporti che delimitano il campo e sul taraflex e sugli spalti partono le proteste (23-24). Marinelli in diagonale vincente e si va ai vantaggi. Il fotofinish premia Civita sull’invasione ospite prima del verdetto positivo del videochek (28-26).

Videocheck subito protagonista alla ripresa sulla parallela di Caio giudicata out quando siamo 3-3. Palla dentro. Banderò ferma a muro il connazionale Caio e siamo 4-6. Viterbesi che agganciano sull’8-8 con il primo tempo di Bortolozzo ed è poi Marinelli a logorare con continuità di colpi la difesa ospite e cercare la fuga. Caio tiene vivo il match e Gerosa lo cerca con insistenza. Set che non trova disequilibri fino al 14-14 quando è ancora il servizio di Richards a regalare vitalità al punteggio e a portare a +2 la Libertas, ma Banderò si mette il mantello dai nove metri e sono quattro gli ace del brasiliano che “spacca il set” (20-16). Finale che arride ancora ai civitonici, nonostante il rientro di Alborghetti e compagni che non riescono tuttavia a resistere ad un Banderò ancora arrembante nel finale. La battuta out proprio dell’ex centrale di Civita chiude 25-23 e porta in dote il primo punto in palio del match.

Terza frazione all’insegna delle grandi difese in campo rossoblù: Cicola, Banderò, Preti e la palla sembra non cascare mai. Il block vincente di Marinelli su Caio e l’ace prepotente di Banderò allungano a + 4 (8-4). Cantù perde il bandolo della partita e Gerosa non trova soluzioni vincenti con i suoi in evidente difficoltà (12-5). Della Rosa prova a svegliare i suoi giocatori con il discrezionale ma non c’è reazione e gli errori continuano per i biancoblù. Massimo distacco sul 18-8 con il muro di Valsecchi. Partita praticamente conclusa quando Pellegrino entra al servizio sul 20-9 rilevando proprio Valsecchi. Un timido rientro di Cantù con Richards ma è tardi. C’è spazio anche per l’esordio di Alessandro Gaia su Felipe Banderò e Sacripanti su Marchiani. Scende il sipario con la veloce di Valsecchi. Punteggio finale 25-16 e tre a zero Civita Castellana.

I PROTAGONISTI-

Massimo Della Rosa (Allenatore Pool Libertas Cantù)- « Abbiamo perso i primi due set per via delle serie importanti di servizio di Banderò. La Ceramica Globo è un’ottima squadra, costruita per traguardi importanti, così, dopo aver ceduto i primi due parziali abbiamo perso sicurezza e pagato lo scotto nel terzo parziale. Peccato perché non avevamo affatto demeritato, anche noi abbiamo battuto bene, abbiamo fatto cose importanti a muro. Ci è mancato proprio poco. La differenza l’ha fatta il servizio del loro opposto brasiliano, che invece avevamo arginato molto bene in attacco. Peccato davvero. Il nostro pensiero è ora sulle condizioni di Roby (Cominetti ndr) speriamo che la distorsione si riveli meno grave di quanto è sembrato in un primo momento. Siamo già tirati con gli schiacciatori a causa dello stop di Olivati, non possiamo permetterci di cedere altri giocatori in questa fase del campionato ».

IL TABELLINO-

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA – POOL LIBERTAS CANTÙ 3-0 (28-26, 25-23, 25-16)

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA: Marchiani 2, Preti 16, Valsecchi 4, Banderò 21, Marinelli 9, Bortolozzo 4, Saturnino (L), Sacripanti 0, Cicola (L), Pellegrino 0, Gaia 0. N.E. Ippolito. All. Spanakis.

POOL LIBERTAS CANTÙ: Gerosa 1, Riva 8, Alborghetti 9, Alexandre De Oliveira 13, Richards 13, Monguzzi 5, Boffi (L), Butti (L), Cominetti 2. N.E. Laneri, Olivati, Mazza, Cordano.

All. Della Rosa.

ARBITRI: Feriozzi, Brancati.

NOTE – durata set: 32′, 29′, 26′; tot: 87′.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close