Il 23 febbraio, a un mese dal suo primo compleanno in Italia, Disney+ rilancia la posta in gioco nella partita dell’intrattenimento streaming con l’aggiunta di una sesta area tematica (le cinque esistenti sono Disney, Pixar, Marvel, National Geographic e Star Wars). Il nuovo brand si chiamerà Star e promette di raddoppiare il contenuto già presente sulla piattaforma, portando in dote film, serie e programmi provenienti da diversi studi creativi Disney, come Searchlight, Touchstone, Freeform, 20th Television, ABC Signature, FX Productions e 20th Century Studios.

Disney+ Star

Il contenuto di questa nuova area tematica è teso a coprire il più grande punto di debolezza della piattaforma Disney+, oramai evidente dopo quasi un anno di vita: i contenuti più adulti, non adatti al segmento “family”. L’introduzione di questi contenuti è infatti accompagnato dall’introduzione della funzione Parental control, che permetterà di separare e controllare la fruizione dei contenuti per i genitori da quelli del resto della famiglia. Non è ancora chiaro, ma si rincorrono voci ufficiose in tal senso, se l’introduzione di questa funzionalità permetterà di portare sulla piattaforma anche contenuti attualmente “all’indice” in altre aree, come per esempio Deadpool, Logan e Marvel Agents of S.H.I.E.L.D. nella sezione Marvel.

Per iscrivervi al servizio di Streaming Disney+ con abbonamento mensile o annuale scontato potete utilizzare questo link.

Disney+: i contenuti Star

Disney sta centellinando le informazioni sui contenuti che saranno presenti al momento del lancio, probabilmente per mantenere alta la curiosità e concentrare l’attenzione su pochi titoli (originali e non) di grande richiamo che possono fare da traino.

Disney+ Star

Al momento sono confermate le seguenti serie TV:

  • 24 (2001)
  • Lost (2004)
  • Desperate Housewife (2004)
  • I Griffin (1999)
  • How I Met Your Mother (2005)
  • Prison Break (2005)
  • X-Files (1993)
  • Atlanta (2016)
  • Black-ish (2014)

Lato film è confermata la presenza dell’intero franchise di Die Hard. Non confermato ma, in funzione dei diritti di streaming già venduti nei diversi paesi, probabile è il recupero della serie di film dei Kingsman.

Disney+ Star

Molto ricco è anche il catalogo degli originali, aiutato dalle produzioni che negli USA (dove Star non sarà presente) afferiscono al servizio di streaming Hulu (questo ci lascia sperare di vedere in futuro anche una delle migliori serie degli ultimi anni, la pluripremiataThe Handmaid’s Tale):

Big Sky (2021)

serie thriller che narra la storia di due detective privati che, insieme a una ex poliziotta, indagano sul rapimento di due sorelle. Composta da sedici episodi disponibili sin dal primo giorno, vede nel cast Ryan Phillippe, già protagonista di Shooter (2016) e Katheryn Winnick, Lagertha di Vikings (2013); alla sceneggiatura e produzione troviamo David E. Kelley, già autore e produttore di grandi successi quali Chicago Hope (1994), The Practice (1996), Ally McBeal (1997), Goliath (2016) e Big Little Lies (2017).

Disney+ Star

Love, Victor (2021)

Ambientato nello stesso mondo del film Tuo, Simon (2018), uno dei più grandi successi degli ultimi anni nell’ambito dei film romantici per teenager, narra la storia di Victor, uno studente delle superiori che cerca di destreggiarsi nella vita di tutti i giorni nella sempiterna ricerca della propria strada e del significato della propria vita. Nick Robinson, protagonista del film originale, riprende il ruolo di Simon, principalmente come voce narrante. La serie è composta da dieci episodi da circa mezz’ora e sarà disponibile sin da subito.

Disney+ Star

Progetto Kardashians senza titolo (2021)

Reality con protagonista la più discussa famiglia degli ultimi anni. Non si sa molto del progetto, se non che al momento è previsto per la fine del 2021.

American Horror Stories (2021)

Spin-off della serie American Horror Story (2011); al contrario dell’opera originale prevede episodi indipendenti. Sarà composta da sedici puntate, ognuna della durata di circa un’ora e avrà come protagonisti molti dei personaggi visti nella serie originale. Alla guida del progetto c’è sempre Ryan Murphy.

Dopesick (2021)

Miniserie basata sull’omonimo libro di Beth Macy, verterà sul difficile rapporto dell’America con gli oppioidi. Il cast sottolinea l’alto budget del prodotto: Michael Keaton, Peter Sarsgaard e Rosario Dawson sono stati scritturati per alcuni dei ruoli principali.

The Dropout (2021)

Basato sull’omonimo podcast di Rebecca Jarvis, questa serie drammatica racconta l’ascesa e la caduta di Elizabeth Holmes, famosa per aver creato la startup medica Theranos: dopo aver attratto più di settecento milioni di dollari di investimenti, l’azienda è stata valutata fino a dieci miliardi di dollari. Peccato che fosse tutta una truffa, basata su un prodotto inesistente.

The Old Man (2021)

Thriller basato sull’omonimo libro di Thomas Perry; un ex agente segreto torna nel mondo dello spionaggio dopo aver subito un tentativo di omicidio. La serie dovrebbe essere composta da sei episodi e presenta nel cast Jeff Bridges e John Lithgow.

Only Murders in the Building (2021)

Serie comedy creata da Steve Martin e John Hoffman, con Martin Short, Selena Gomez e lo stesso Martin. Non si sa molto della trama, se non che verte su tre sconosciuti ossessionati dai crimini: improvvisamente si ritroveranno coinvolti in uno di essi.

Platform (2021)

Non si sa praticamente nulla di questo titolo, tranne che sarà una serie drammatica antologica.

Reservation Dogs (2021)

Creata e prodotta da Taika Waititi, questa serie di concentra su quattro adolescenti nativi americani e le loro giornate, passate sia a commettere crimini sia a combatterli.

Y: The Last Man (2021)

Basata sull’omonima collana di fumetti vincitrice di ben tre Eisner Awards di Brian K. Vaughan e Pia Guerra, la serie racconta un futuro post apocalittico dove solo un uomo (accompagnato dalla sua scimmia cappuccino domestica) è sopravvissuto a un olocausto che ha ucciso tutti i mammiferi portatori del cromosoma Y.

Shōgun (TBD)

Miniserie basata sull’omonimo libro di James Clavell, è anche il remake della serie con lo stesso titolo del 1980. La storia narra le vicende di un marinaio inglese che nel 1600 naufraga sulle coste del Giappone, entrando in contatto con un nobile locale. Lo scontro culturale è inevitabile, ma il valore e il coraggio saranno valori universali che permetteranno di creare un difficile dialogo fra le parti.

Alien (TBD)

Ci sono scarse notizie su questa serie legata al famoso franchise e annunciata meno di due mesi fa; al momento le uniche informazioni sono che sarà ambientata sul pianeta terra in un futuro molto vicino, quindi un’assoluta novità nella serie.

Per iscrivervi al servizio di Streaming Disney+ con abbonamento mensile o annuale scontato potete utilizzare questo link.