• 3 Dicembre 2021 10:52

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Bocconcini di zucca, ricotta e speck

Ott 25, 2021

Categoria: Antipasti

Ingredienti

  • Zucca delica 250 g da pulire
  • Patate 250 g
  • Ricotta vaccina 75 g
  • Speck 50 g
  • Pecorino romano 35 g da grattugiare
  • Salvia 3 foglie
  • Cannella in polvere 0,75 cucchiaini
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

per impanare e friggere

  • Olio di semi di girasole altoleico 1 l per frittura, 100% italiano
  • Uova 2
  • Pangrattato q.b.

per la salsina

  • Yogurt greco q.b.
  • Scorza di lime q.b.

Preparazione

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 1

Per preparare i Bocconcini di zucca, ricotta e speck, iniziate dalle patate, mettetele in una pentola colma d’acqua (1), accendete il fornello e dal momento del bollore contate circa 30/40 minuti. Nel frattempo togliete i semi dalla zucca, ricavate delle fette sottili di 1 cm di spessore (2) e sistemate all’interno di una vaporiera (3). Ponete quest’ultima sulla pentola con le patate e cuocete per circa 20-25 minuti: fate la prova forchetta per sicurezza.

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 2

Togliete la buccia dalla zucca (4) e schiacciatela nello schiacciapatate (5) , recuperate anche le patate e schiacciatele allo stesso modo (6). Lasciate intiepidire.

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 3

Nel frattempo togliete la cotenna dallo speck, se c’è, affettate sottilmente a un paio di mm di spessore (7) e poi ricavate delle striscioline. Scottatele a fiamma viva in una padella antiaderente (8) finchè saranno dorati (9).

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 4

Tritate lo speck al coltello (10). A questo punto, sempre con lo schiacciapatate, raffinate la ricotta nella ciotola con zucca e patate, unite le briciole di speck (11) e pecorino grattugiato (12).

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 5

Tritate anche la salvia al coltello (13),unitela in ciotola (14) con sale, pepe e la cannella in polvere. Impastate a mano il composto (15), diventerà compatto ma un po’ morbido.

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 6

Inumiditevi le mani e formate dei bocconcini da circa 15 grammi ciascuno (16), in questo modo otterrete una quarantina di pezzi. Man mano disponete su un vassoio con carta forno e lasciate riposare in frigorifero per un’oretta (17). Trascorso il tempo scaldate l’olio portandolo a 160/170° e passate i bocconcini prima nelle uova sbattute (18)

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 7

e poi nel pangrattato (19). Riponeteli sul vassoio (20). Immergete pochi pezzi per volti nell’olio caldo fino a doratura (21) 2-3 minuti saranno sufficienti affinché risultino dorate all’esterno e morbide all’interno.

Bocconcini di zucca, ricotta e speck, passo 8

Scolate (22) su carta assorbente (23) e proseguite così con tutte le altre. I vostri bocconcini di zucca, ricotta e speck sono pronti (24) per essere gustati caldi accompagnate con yogurt greco aromatizzato con scorza di lime grattugiata.

Conservazione

Si consiglia di consumare subito i bocconcini di zucca, ricotta e speck. Eventualmente si possono conservare in frigorifero per un paio di giorni oppure congelarli da crudi: in questo caso sarà sufficiente seguire il procedimento descritto avendo cura di cuocere a una temperatura leggermente più bassa e per un tempo un po’ più lungo.

Consiglio

La mancanza di uova farà sì che l’impasto resti morbido anche dopo la cottura ma per questo è indispensabile il riposo in frigorifero. Stessa cosa per l’olio che dovrà essere ben caldo. Potete fare una doppia panatura se preferite una superficie ulteriormente croccante. La cannella impreziosisce il sapore rendendolo gradevole e dolce alla lontana, sostituite con noce moscata se proprio non vi piacesse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close