Asfalto con le mascherine chirurgiche: importante studio dall’Australia

La RMIT University, ex Royal Melbourne Institute of Technology e il Melbourne Technical College hanno messo a punto una miscela per pavimentazioni stradali che prevede il riuso delle mascherine chirurgiche che tutti stiamo usando per il contenimento del contagio da Covid19. Secondo lo studio dei ricercatori australiani, l’uso delle mascherine triturate aumenta notevolmente la resistenza dell’asfalto. Una scoperta di non poco conto, se si considera che lo smaltimento del dispositivo di protezione personale potrebbe presto rivelarsi un problema, visto l’uso diffuso praticamente in ogni angolo del pianeta in questi mesi di pandemia.

“Questo studio iniziale – si legge nella pubblicazione dei ricercatori – ha esaminato la fattibilità del riciclaggio di maschere facciali monouso nelle strade e siamo stati entusiasti di scoprire che non solo funziona, ma offre anche vantaggi ingegneristici reali. Ci auguriamo che questo apra la porta per ulteriori ricerche, per elaborare modi per gestire i rischi per la salute e la sicurezza su larga scala e indagare se altri tipi di dispositivi di protezione individuale siano adatti al riciclaggio”.

L’utilizzo delle mascherine triturate, chiaramente, è in percentuale minima rispetto all’uso dei materiali tradizionali, ma l’innovativa miscela ha fatto rilevare parametri significativi in termini resistenza allo stress, agli acidi e all’acqua, nonché resistenza, deformazione e proprietà dinamiche, soddisfacendo tutte le specifiche di ingegneria civile pertinenti.