• 13 Maggio 2021 7:45

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

«Alley Oop» crogiolo di pensieri sulla diversità

Feb 15, 2017

Diversity: the art of thinking independently together. Ci credeva profondamente Malcolm Stevenson Forbes, editore statunitense che fond l’omonimo magazine. Diversit, indipendenza e gruppo. Tre princpi su cui si muove Alley Oop – L’altra met del Sole, il blog multifirma del Sole 24 Ore nato esattamente un anno fa. In dodici mesi il concetto di diversit andato sempre pi allargandosi ben oltre quella di genere: diverse abilit, mondo LGBT, istanze dei millennials, esperienze di espatriati italiani, impegno del volontariato, coraggio di chi cambia vita e di chi fonda una startup. Il percorso stato costruito nel confronto con l’esterno ed per questo che nella settimana del primo compleanno del blog si deciso di lasciare la parola ad altri, a guest-blogger che hanno firmato contributi inediti.

Alley Oop d i numeri

A cominciare dalla ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, che ha sottolineato come le percentuali delle ragazze siano ancora basse negli istituti tecnici e nelle facolt scientifiche, specificando: Il futuro del Paese passa per un presente del nostro sistema d’istruzione e formazione che va depurato da tutto ci che impedisce il pieno sviluppo delle nostre studentesse e dei nostri studenti. Mentre Chiara Appendino, sindaca di Torino (la pi amata d’Italia, secondo un report del Sole 24 Ore), spiega i progetti per la citt e chiude: Il mio sogno? Cercare di fare il meglio per la mia citt, dare il giusto esempio affinch molti altri vogliano impegnarsi per il bene comune e, alla fine del mandato, tornare alla mia vita, a fare la mamma e magari dare un fratellino a Sara.

Nel suo intervento, la senatrice Monica Cirinn commenta, invece, i decreti attuativi della legge sulle unioni civili e sottolinea: Dal giorno dopo l’approvazione delle unioni civili, gi iniziata la battaglia per raggiungere l’unico traguardo in grado di sanare qualunque tipo di disuguaglianza ancora oggi esistente in materia di riconoscimento dei diritti delle persone e di tutte le coppie, con e senza figli: il matrimonio egualitario. Di imprese scrive, poi, Marina Salamon, presidente di Doxa, secondo la quale ci sar una selezione naturale: Solo le aziende in cui la gente “sta bene” potranno vivere a lungo, perch solo esse sapranno sperimentare autentica innovazione di prodotto e di processo, coinvolgendo tutti coloro che in esse operano. Non basta: avranno futuro solo le aziende che sapranno costruire valore nel tempo, e non solo risultati economici di breve periodo, a favore di coloro che le guidano.

Ai millennials e alle loro ambizioni dedicato il post del presentatore di Rai Radio2 Gianluca Gazzoli, mentre il campione olimpico Massimiliano Rosolino ha scritto di come interpreta in modo nuovo il ruolo di pap rispetto alle generazioni passate. L’atleta Giusy Versace e la blogger Fabia Timaco, attraverso le loro esperienze, si sono rivolte ai diversamente abili, mentre il presidente di Mani Tese, Valerio Bini, ha dedicato il proprio intervento ai migranti. Delle donne, poi, hanno raccontato le attrici Giulia Bevilacqua e Lella Costa: la prima raccontando dei ruoli, ancora di secondo piano, che le donne hanno nel cinema e in tv, mentre la seconda ha sottolineato come sarebbe necessario insegnare il rispetto delle diversit a cominciare dai bambini.

Non sono mancate, inoltre, le analisi sui numeri che riguardano le donne in Italia. Un quadro di luci e ombre emerso dagli interventi di Magda Bianco di Banca d’Italia, Lella Golfo, presidente della Fondazione Bellisario, e Alessia Mosca, europarlamentare. Tutti contributi che hanno rilanciato proposte per il futuro, come le oltre 20 manager, professioniste e imprenditrici che hanno detto la loro sulle strategie future per cambiare il Paese. Infine dal mondo della cultura la direttrice delle mostre delle Scuderie del Quirinale, Alexandra Andresen, ha tratteggiato il futuro dei lavori nell’arte, mentre la scrittrice Vittoria Baruffaldi ha regalato al blog un racconto inedito. Un puzzle che rispecchia quello che Alley Oop: pensare con indi pendenza insieme.

RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close