• 25 Settembre 2021 11:02

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Alfano: non mancherà un centesimo per la ricostruzione

Ago 26, 2016

Ce la metteremo tutta per far ritornare presto gli sfollati nelle loro case. Dice cos il ministro dell’Interno Angelino Alfano parlando durante una visita ad Arquata sui luoghi distrutti dal terremoto. I soldi li abbiamo iniziati a mettere ieri e tutti quelli che serviranno li troveremo, non mancher un centesimo per completare la ricostruzione e fare s che nessuno lasci questi splendidi luoghi. Ci impegneremo e raggiungeremo questo risultato.

Il governo non lascer solo e indietro nessuno

Le persone colpite dal terremoto, assicura Alfano, rientreranno nelle loro case in condizioni di sicurezza. Il governo non lascer solo e indietro nessuno: daremo una mano a chi si trovato in questa immane difficolt, sosterremo la riapertura delle scuole, il ripristino delle attivit commerciali e chi ha perso il suo lavoro a causa del sisma. Per il leader di Ncd il nostro Paese si sta dimostrando unito, forte e solidale: abbiamo avuto anche la necessit di organizzare la gestione delle tante disponibilit ricevute in termini di volontariato, beni e servizi. Tanta stata la disponibilit dei nostri concittadini, uno splendido risultato di un moto di popolo che stato all’unisono solidale.

La macchina dei soccorsi ha funzionato perfettamente

L’Italia il posto pi bello del mondo, un Paese straordinario dalle grandi bellezze di ogni tipo con purtroppo in dono la caratteristica di essere sismico. A questa caratteristica abbiamo reagito rafforzando i presidi sul territorio e dando una risposta in termini di soccorso che ha visto un funzionamento perfetto della macchina organizzativa. Alfano parla di un miracolo laico. Se avessimo avuto un’inefficienza nei soccorsi avremmo dovuto scusarci con gli italiani: oggi agli italiani possiamo dire che la natura sempre pi forte dell’uomo, l’uomo pu intervenire per arginare i disastri della natura e deve intervenire per un soccorso molto efficiente e rapido. Ce l’abbiamo fatta questa volta e tutto ha funzionato.

Riguardo alle polemiche sui fondi non spesi per la prevenzione antisismica, il ministro puntualizza che siamo un Paese sismico e la gara tra l’uomo e la natura vede vincente sempre la natura: evitiamo ipocrisie, non prendiamoci in giro e non facciamo ulteriori sforzi per aggravare una tragedia gi grave. Se ci sono responsabilit sulla prevenzione verranno accertate, noi siamo qui a piangere i nostri morti ed abbracciare i 215 che hanno trovato nuova vita attraverso i soccorsi.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close