• 14 Agosto 2022 14:42

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Alfano: «Del Grande è libero, sta tornando in Italia»

Apr 24, 2017

Gabriele Del Grande, il giornalista, documentarista e blogger toscano fermato il 10 aprile dalla polizia turca nella regione di Hatay e trattenuto in isolamento nel centro di detenzione Ggm di Mugla (Geri gonderme merkezi, che vuol dire centro di espulsione) stato liberato. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano: Gabriele Del Grande libero.Gli ho parlato adesso sta tornando in Italia.Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari. Lo aspettiamo, ha scritto Alfano in un tweet.

1/2 Gabriele Del Grande libero.Gli ho parlato adesso sta tornando in Italia.Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari.Lo aspettiamo.

Angelino Alfano(angealfa)

Gabriele Del Grande si trovava in Turchia per raccogliere materiale per un libro sui profughi siriani rifugiati nella provincia sud orientale dell’Hatay. Il blogger trentaquattrenne, stato anche il regista di “Io sto con la sposa”, presentato a Venezia. Alfano ha aggiunto di avere ricevuto questa notte la notizia della “decisione” da parte del collega turco Mevlut Cavusoglu. Lo ringrazio, ha aggiunto in un altro tweet.

Alfano: notte al lavoro, andata bene

La notte passata al lavoro, stato un lavoro in realt silenzioso in questi giorni, comunque andata bene, sono molto soddisfatto di questo ha detto a

Rai News 24 il ministro degli Esteri commentando la liberazione di Gabriele. Sono davvero soddisfatto del lavoro che stato fatto da tutti e del fatto che Gabriele torni ad essere un uomo libero.

Gentiloni sente il padre, grande soddisfazione

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha parlato questa mattina con il padre di Gabriele Del Grande, Massimo, al quale ha espresso la sua grande soddisfazione per l’imminente arrivo in Italia del giornalista e blogger. La liberazione frutto – sottolinea Gentiloni – dell’impegno svolto con discrezione e determinazione dalla nostra diplomazia. Oggi una bellissima giornata stata la risposta del pap nel ringraziare il premier dopo la notizia.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close