MATERA – La Regione Basilicata ha chiesto la dichiarazione di stato di emergenza per la frana di Stigliano, in provincia di Matera, dove è in atto un movimento franoso che ha reso inagibili alcuni edifici pubblici e privati e creato seri problemi anche alla viabilità.

E’ stato avviato un confronto con il dipartimento nazionale di Protezione civile e si è tenuto un colloquio in videoconferenza con il capo della Protezione civile Angelo Borrelli. La richiesta presentata dal governatore lucano Marcello Pittella e dal commissario straordinario per la mitigazione del rischio idrogeologico, Donato Viggiano, è lo stanziamento di ulteriori risorse economiche in aggiunta a quelle ordinarie finanziate nel piano Rendis (in totale 7 milioni di euro) che, però, non bastano per ripristinare i danni subiti e ridurre al minimo i rischi in quell’area.

Il

dossier Stigliano parte dagli eventi alluvionali del 2013 ed arriva alla recenti ordinanze di sgombero fatte notificare dall’amministrazione comunale a famiglie e operatori economici. Presente alla Regione il sindaco di Stigliano Francesco Micucci che ha manifestato l'”estrema urgenza di intervenire nelle operazioni di messa in sicurezza dell’area franosa, anche attraverso risorse straordinarie dettate dalla eccezionalità della situazione”.