• 29 Settembre 2022 20:02

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Torino, la gaffe del comunicatore di Appendino: “I torinesi non distinguono tra Monet e Manet”. Rivolta web, poi le scuse

Nov 3, 2016

Voleva essere una battuta, ma il web pare proprio non aver gradito la dose di sarcasmo con cui il social media manager della sindaca, Xavier Bellanca, ha condito il proprio commento polemico sull’affaire Manet e sulla cancellazione del Jazz Festival. “Nell’ultimo mese – ha scritto Bellanca sul proprio profilo Facebook – migliaia di cittadini hanno scoperto che Monet e Manet sono due persone diverse, e a distinguere il Jazz dal Blues. Hanno fatto più i giornali per la cultura in venti giorni che il Dams in vent’anni”.

Il post ha scatenato subito le reazioni indignate della Rete di fronte all’accusa di ignoranza sbattuta in faccia ai torinesi e si è trasformato nel giro di poco tempo in un vero e proprio scivolone, ancor più degno di nota se si considera che Bellanca – trent’anni e un master in comunicazione – è l’uomo che alle scorse amministrative ha gestito la campagna social della vincitrice Chiara Appendino. “Avete assunto il social media manager di Renato Brunetta?”, è stata la reazione, altrettanto sarcastica, di un commentatore. “Fantastico – aggiunge un altro – ora non vi resta che chiudere il Museo Egizio per far capire a tutti cos’è una mummia…”. E ancora: “Che brutta opinione avete dei cittadini, gli stessi che vi hanno eletto”.

Alla fine, travolto dalle reazioni indignate al suo post, Bellanca è dovuto correre ai ripari

e chiedere scusa: “Mi scuso se qualcuno si è sentito offeso dalle parole del mio post di ieri sera. Ovviamente – scrive in un secondo post il comunicatore Cinque Stelle – non era in alcun modo mia intenzione. Preciso, qualora ce ne fosse bisogno, che si tratta di un’esternazione personale di cui nessuno era a conoscenza. Le lezioni, nel bene e nel male, sono quotidiane, e in queste ore ne sto imparando un’altra di cui mi ricorderò molto a lungo”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close