• 8 Ottobre 2022 0:07

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Terremoto, la terra trema anche al Sud: scossa di 4.3 in provincia di Potenza, di 3.2 nel Messinese

Ott 29, 2016

ROMA – La terra trema anche al Sud. Dopo le violente scosse che il 26 ottobre hanno causato forti danni, fortunatamente senza fare vittime, nei paesi del Centro Italia, e quando la paura per il terremoto del 24 agosto è ancora viva, oggi il Centro nazionale terremoti dell’Ingv, ha registrato un sisma anche in provincia di Potenza alle 13,58: la scossa ha avuto una magnitudo di 4.3 ed è avvenuta a una profondità di 270 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono Maratea, Trecchina e Nemoli.

Proprio per la notevole profondità, sono stati in pochi ad avvertire il terremoto nell’area Sud della Basilicata, al confine con la Calabria. Poche, quindi, le telefonate giunte ai vigili del fuoco da cittadini preoccupati. Fino a questo momento in nessun Comune sono stati segnalati danni a persone o cose. “La situazione è tranquilla, la scossa è avvenuta molto in profondità quindi, di fatto, sono poche le persone che l’hanno avvertita”, ha confermato l’assessore al Bilancio del Comune di Maratea, Giovanni Esposito. Nessuna segnalazione di danni, quindi, anche se come da prassi “è stata allertata la Protezione civile”.

Un altro sisma è stato registrato anche in provincia di Messina, sui Nebrodi: qui, alle 12,39, la magnitudo è stata di 3.2. L’evento è stato localizzato a una profondità di 29 chilometri, con epicentro tra i comuni di Cesarò, San Teodoro e Maniace.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close