• 21 Ottobre 2021 23:24

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Sisma, scosse senza fine e nuovi crolli. Le vittime salgono a 267

Ago 26, 2016

Nuovo aggiornamento del numero di vittime causate dal terremoto nell’Italia centrale: la Protezione civile indica il tragico bilancio di 267 morti e 387 feriti. Nuovi crolli si sono verificati nel centro di Amatrice dopo la forte scossa di magnitudo 4.8 delle 6,28. I crolli non hanno coinvolto le squadre dei vigili del fuoco che sono al lavoro in questo momento in due luoghi distinti di corso Roma: l’Hotel Roma, da dove in serata stata estratta una vittima, e una casa privata.

Ad Amatrice, dove ieri si registrata una nuova forte scossa di intensit 4.3, il tributo pi grande con 193 morti. Undici morti ad Accumoli, 46 ad Arquata nelle Marche. Il numero dei feriti ospedalizzati salito a 365. Sono una quarantina i feriti gravi trasferiti in elisoccorso. I Vigili del Fuoco hanno estratto vive 215 persone. Sono state assistite oltre 1200 persone nei campi e nelle strutture tra Lazio, Marche e Umbria della Protezione Civile. Un pregiudicato 45enne originario di Napoli stato arrestato dai carabinieri ad Amatrice per sciacallaggio: cercava di introdursi in una casa disabitata forzando la porta con un cacciavite.

Tra le macerie dell’Hotel Roma si vedono materialmente quattro cadaveri che attendono di essere recuperati, e sono stati ritrovati i documenti di due giovani ospiti dell’albergo, che presumibilmente sono sotto le rovine. Almeno venti ospiti sono riusciti a fuggire prima del crollo definitivo. Il Governatore del Lazio Zingaretti ha spiegato che non servono raccolte di abiti o cibo e ha invitato a prenotare la donazione del sangue.

Nella notte altre cento scosse

Nella notte sono state circa un centinaio le repliche del terremoto nel reatino, la cui intensit si ridotta rispetto a quella dei terremoti avvenuti nella giornata di ieri. Quasi tutte le scosse registrate nella notte sono state infatti di magnitudo compresa fra 2 e 3. Soltanto due sono state pi intense: la pi forte, di magnitudo 4.8, avvenuta alle 6,28 nella zona di Amatrice, nel margine meridionale della faglia, e l’altra, di magnitudo 2.6, stata registrata alle

1,49 nella zona di Ascoli Piceno. Sale cos a oltre 800 il numero dei terremoti avvenuti dall’inizio della sequenza, a partire cio dalla scossa di magnitudo 6 delle 3,36 del 24 agosto. In realt sono stati molto pi numerosi, forse migliaia, considerando anche quelli di magnitudo inferiore a 2, osserva il sismologo Massimo Cocco, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Almeno tre vittime britanniche

Ci sono almeno tre cittadini britannici tra le vittime del sisma. Lo riporta la Bbc, mentre ancora non arrivata una conferma ufficiale del Foreign Office. Il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, ha detto che personale del consolato stato inviato nell’area per fornire assistenza ai cittadini britannici.

Gli interventi del Governo

Intanto il consiglio dei ministri ha deliberato ieri lo stato di emergenza e lo stanziamento dei primi 50 milioni di euro. Lo ha annunciato ieri il premier Matteo Renzi, aggiungendo che il ministro Padoan si accinge a firmare il “blocco delle tasse” nelle zone colpite dal sisma. L’Abi invita le banche a sospendere le rate dei mutui delle case danneggiate. L’Ania ha chiesto alle compagnie assicurative di prorogare il pagamento dei premi, mentre Obama e Putin

hanno offerto aiuti. Gli incassi dei musei statali di domenica saranno destinati ai territori terremotati.

Si indaga per disatro colposo

La procura di Rieti ha aperto un unico fascicolo “contenitore” con l’ipotesi di reato di disastro colposo, per fare luce anche sui crolli che hanno interessato edifici ristrutturati recentemente, come la scuola di Amatrice e il campanile crollato ad Accumoli. Il procuratore capo Giuseppe Saieva ha compiuto un primo sopralluogo e disposto una serie di sequestri.

Il crollo, il dolore, le testimonianze

Colpiti quasi trecento beni culturali

Sono 293 i beni culturali colpiti solo nella zona pi ristretta, di cui 50 gravemente danneggiati o crollati. Lo ha riferito il ministro della cultura Dario Franceschini, spiegando che si tratta di un numero destinato a salire.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close