• 22 Giugno 2021 12:59

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Scontri al picchetto dei lavoratori, uno di loro è in gravi condizioni

Giu 11, 2021

AGI Un lavoratore di una azienda di logistica di Tavazzano con Villavesco (Lodi) è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico San Matteo di Pavia in seguito alle ferite riportate negli scontri tra alcuni iscritti al sindacato Si Cobas che stavano dando vita a un ‘picchetto’ e le guardie private della ditta. L’uomo è stato intubato e, riferisce una fonte del 118, al momento del ricovero presentava “una ferita aperta al cranio”.  Sul posto sono intervenuti la Polstrada, i carabinieri e 5 ambulanze per soccorrere altri contusi in modo più lieve.

I disordini sono scoppiati dopo la mezzanotte davanti al magazzino di una ditta a cui la società FedEx ha dato in appalto  la gestione.

In un filmato diffuso dal sindacato, si vedono alcune persone con giubbotto catarifrangente giallo che impugnano e lanciano dei bastoni di legno.

“Queste guardie – dice all’AGI una fonte del Si Cobas- fanno un servizio paramilitare. Abbiamo già denunciato il loro operato alla Prefettura in occasione di altri nostri presidi lamentando che non si limitano a sorvegliare il magazzino ma fungono da ‘picchiatori. Ieri la polizia quando è arrivata non ha mosso un dito, è rimasta a guardare.

Le proteste dei lavoratori sono in corso da tempo dopo che la FedEX, riferisce la fonte sindacale, ha licenziato oltre 262 persone avviando “una ristrutturazione che punta a ridimensionare le cooperative di fornitori in appalto per lasciare spazio in parte a interinali assunti a giornata o per poco tempo  e quindi ricattabili nei loro diritti e in parte assunti dalla stessa FedeEX con peggioramento dei salari e dei ritmi di lavoro”. 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close