• 22 Giugno 2024 15:36

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

San Severo, ex consigliere comunale condannato per usura ed estorsione

Ott 30, 2017

FOGGIA – Due persone, l’82enne Francesco Nardino e il genero 53enne Vincenzo Maggio, ex consigliere comunale, sono stati condannati rispettivamente a cinque e sette anni di reclusione per usura ed estorsione per fatti avvenuti a San Severo tra il 2009 e il 2010 ai danni di un imprenditore e del figlio.

La terza sezione penale del tribunale di Foggia – preieduta da Antonio Civita – ha condannato i due anche all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni per Nardino e all’interdizione dai pubblici uffici in perpetuo per Maggio. I due sono stati condannati, oltre al risarcimento del danno, anche a una provvisionale immediatamente esecutiva di circa 50mila euro a favore delle persone offese che si sono costituite parte civile.

La vicenda parte da un prestito di 50mila euro a fronte del quale l’imprenditore e il figlio avrebbero versato, all’atto del prestito, 5mila euro a Maggio a titolo di intermediazione e 5mila euro a Nardino a titolo di interessi: i due si sarebbero poi fatti promettere anche la corresponsione di 5mila euro mensili a

titolo di interessi sulla somma prestata. Le vittime, non potendo mantenere fede agli impegni presi, sono state anche minacciate di morte e costrette a vendere l’unico appartamento di loro proprietà a un prezzo imposto dallo stesso usuraio pari alla metà dell’effettivo valore dell’immobile.

La Fondazione antiusura Buon Samaritano, rappresentata dall’avvocato Andrea D’Amelio, si è costituita parte civile nel procedimento penale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close