• 16 Aprile 2021 10:59

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Referendum, il presidente Anpi: “Stupisce preoccupazione Pd, in democrazia ci si confronta”

Ago 18, 2016

BOLOGNA – “È sorprendente la preoccupazione del Pd sulla nostra presenza alle Feste dell’Unità. In democrazia ci si confronta, è addirittura elementare. Invece si vuole affermare solo la propria opinione”. Lo dice in un’intervista al Gr3 Carlo Smuraglia, presidente dell’Anpi, nel bel mezzo della durissima polemica tra l’associazione dei partigiani e il Pd sul referendum. La sezione bolognese, infatti, ha detto che diserterà le Feste dell’Unità se non potrà parlare a favore del “No” per le riforme. “Pazienza, quella è casa nostra” la risposta a tono del Pd, con la senatrice e componente della segreteria di Renzi Francesca Puglisi. Due mondi così vicini e adesso lontanissimi.

Sinistra Dem: “Che imbarazzo”. L’alta tensione Pd-Anpinon si placa e adesso attacca pure la Sinistra Dem, col parlamentare Giorgio Merlo: “E’ francamente imbarazzante assistere allo scontro politico tra alcuni esponenti del Pd e la dirigenza dell’Anpi nelle varie realtà italiane sulle modalità della partecipazione, o meno, alle Feste dell’Unità. Credo che se il Pd vuole ricomporre il vasto ed articolato campo della sinistra politica, sociale e culturale del Paese non può continuare ad alimentare scontri con realtà come l’Anpi che rappresentano, piaccia o non piaccia, una componente importante e decisiva della cultura democratica e costituzionale.

Puglisi: “Nessuna paura del confronto”. “Nessuno ha paura del confronto e dunque i dibattiti e i confronti ci saranno”, assicura invece Puglisi dopo le polemiche. “E’ ovvio che mi dispiace una eventuale assenza dell’Anpi alla festa dell’Unità. Insieme vogliamo continuare a promuovere i valori dell’antifascismo che sono nella carta dei valori del Partito democratico e nella Costituzione. Ma la riforma costituzionale non c’entra proprio nulla con l’antifascismo”.

Il comitato per il No: “Solidarietà all’Anpi”. “Solidarietà all’Anpi e al suo presidente Smuraglia, che si batte ancora per

la libertà di dire No” scrivono infine Francesco Baicchi e Alfiero Grandi del Comitato per il No nel referendum costituzionale. “Nelle ultime settimane stiamo assistendo a un crescendo di attacchi, scomposti e al limite della decenza, nei confronti dell’Anpi, associazione che tiene vivi il ricordo e gli ideali della lotta di Liberazione, che restituì al nostro Paese sul piano internazionale la dignità che il ventennio fascista le aveva fatto perdere”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close