Vi siete mai chiesti perché acquistare uno spazzolino elettrico? Già ne avete uno, e vi state chiedendo perché mai cambiarlo con uno più evoluto, dotato di tecnologia bluetooth e un’app per smartphone? Risponderemo presto a queste domande, e se non vi sentite toccati direttamente dall’argomento, seguiteci ugualmente in questa curiosa esperienza che ci ha fatto fare interessanti scoperte.

Oral-B Genius 9000Oral-B Genius 9000

Ormai la tecnologia è presente ovunque, e gli oggetti di uso quotidiano diventano “smart”, si interconnettono, parlano tra di loro e ci permettono d’interagire in una maniera che fino a qualche anno fa era impensabile.

Un oggetto così scontato come uno spazzolino ora è in grado di comunicare con l’app di uno smartphone, e di conseguenza ci può “parlare” e darci consigli su come utilizzarlo al meglio. Mossi dalla curiosità di capire se effettivamente uno “spazzolino intelligente” ha le carte in regola per cambiare il modo in cui ci approcciamo all’igiene orale, abbiamo deciso di fare una prova prolungata di un modello top di gamma, l’Oral-B Genius 9000.

L’esperienza che abbiamo condotto è stata molto semplice: per due settimane abbiamo utilizzato lo spazzolino elettrico al posto di quello manuale, senza stravolgere le abitudini quotidiane, interpellando per l’occasione un’igienista dentale a cui abbiamo chiesto qualche buon consiglio. Dopotutto siamo dei grandi appassionati di tecnologia, che si emozionano davanti a qualsiasi oggetto che contenga un chip, ma nessuno di noi e soprattutto chi vi sta scrivendo ha particolari conoscenze in ambito d’igiene dentale, se non quelle suggerite dal buon senso.

Parola all’igienista dentale

Prima di iniziare le due settimane di esperienza ci siamo posti delle domande su quelle che si possono definire le “best practice” per una corretta igiene dentale. Ognuno di noi ha abitudini differenti, spesso costruite durante l’infanzia grazie ai consigli dei genitori. Personalmente sono abituato a lavarmi i denti quattro volte al giorno, mattina, dopo pranzo, dopo cena e prima di andare a letto, che si riducono a tre in quei giorni in cui la cena è molto vicina all’ora della buonanotte.

Siccome Oral-B Genius offre indicazioni specifiche su come e quanto lavare i denti, abbiamo voluto verificare se questi suggerimenti erano compatibili con quelli dell’esperto.

01 Feature 220x22001 Feature 220x220

Senza dilungarci troppo, questo è quanto ci è stato detto: l’importante è lavare i denti almeno due volte al giorno, al mattino e prima di andare a dormire, nonché dopo i pasti. Con lo spazzolino manuale si consiglia di spazzolare i denti per almeno tre minuti consecutivi, mentre con lo spazzolino elettrico ne bastano due. È inoltre consigliabile passare il filo interdentale e pulire la lingua.

Oral-B Genius 9000, lo strumento del mestiere

La scelta del modello non è stata fatta a caso, da grandi amanti della tecnologia non potevamo fare altro che puntare al massimo, e il Genius 9000 è stata la nostra scelta, praticamente la Ferrari degli spazzolini elettrici.

Motore elettrico in grado di pulsare, ruotare e oscillare con una velocità fino a 45000 pulsazioni al al minuto, batteria integrata ricaricabile che offre fino a 12 giorni di autonomia, triplo sensore di pressione, timer integrato, sistema d’illuminazione a 12 colori, tecnologia bluetooth e varie modalità d’uso grazie all’applicazione, disponibile per iOS e Android.

03 Feature 220x220 (2)03 Feature 220x220 (2)

Sul manico sono presenti differenti LED che indicano la modalità di funzionamento, un indicatore a tre tacche per la batteria, un pulsante di accensione e un secondo pulsante che permette di selezionare la modalità di spazzolamento.

Ovviamente la testina è intercambiabile, e si può scegliere tra quella morbida, intermedia, e una più adatta allo sbiancamento dei denti.

All’interno della confezione c’è di tutto, quattro testine, la base di ricarica con il supporto per le testine, il caricabatterie da casa, la custodia da viaggio con il suo caricatore, che è anche un battery pack che permette di ricaricare lo smartphone, e una ventosa porta smartphone da specchio, di cui vi parleremo più avanti.

L’esperienza

Dobbiamo dividere in due la nostra opinione sull’esperienza, una legata all’uso di uno spazzolino elettrico, l’altra riguarda invece l’esperienza con il Genius 9000.

Se siete tra quelli che utilizzano ancora il vecchio spazzolino manuale, vi suggeriamo di prendere realmente in considerazione l’acquisto di uno spazzolino elettrico, se vi interessa, come dovrebbe essere, l’igiene dentale.

02 Feature 220x220%20(2)02 Feature 220x220%20(2)

Basta provarlo una sola volta per rendersi conto dei benefici. La sensazione è stata, così la prima volta e tutte le successive, di una pulizia nettamente superiore. Non solo. Lavarsi i denti in maniera corretta, passando tre minuti a spazzolarli così come indicato dall’igienista dentale, diciamolo, è una seccatura. Con un terzo del tempo in meno si può fare un lavoro migliore. Si riesce a raggiungere tutte le parti della bocca più facilmente, e non bisogna fare alcuna pressione, con beneficio da parte delle gengive.

In due settimane d’uso, non solo la sensazione di pulito è stata migliore, ma sono anche diminuiti (se non spariti del tutto) gli episodi di sanguinamento delle gengive per via dell’eccessiva pressione manuale. Il Genius ci avviserà se staremo premendo troppo, tramite lo Smart Ring, cioè un anello luminoso che alla troppa pressione s’illuminerà di rosso, suggerendoci quindi di diminuire la forza. Inoltre un timer interno ci dice quando è il momento di cambiare la posizione, così da lavare correttamente tutte le zone della bocca.

oral b 9000 003oral b 9000 003

Prima di questa esperienza, lo ammettiamo, non ci aspettavamo così tanti benefici. Magari qualcuno che è già passato da tempo a un modello elettrico non sarà affatto sorpreso. I dati dicono che in italia circa 7 Milioni di persone utilizzano lo spazzolino elettrico, un numero notevole, ma che equivale a solo poco più del 10% dell’intera popolazione.

Dobbiamo specificare che la differenza non la fa soltanto il movimento della testina, ma anche la forma stessa rotonda. Durante la prova abbiamo coinvolto alcune persone che già utilizzavano uno spazzolino elettrico, ma con la classica forma rettangolare, che hanno rilevato un certo miglioramento al passaggio alla testina rotonda. Ci fidiamo della sensazione comunicata, che è poi quello che ci è stato riferito dall’igienista dentale interpellato, riconoscendo la testina rotonda come la migliore attualmente utilizzabile.

Insomma, se utilizzate ancora uno spazzolino manuale, valutate seriamente l’opportunità di passare a una elettrico, i benefici sono molteplici.

Le funzioni speciali

Il passaggio allo spazzolino elettrico rappresenterà per molti un salto evolutivo non indifferente, una piacevole e inaspettata sorpresa se siete tra gli scettici che non hanno mai preso in considerazione l’idea. Ma cosa può fare in più il top di gamma degli spazzolini con la tecnologia bluetooth e l’app per lo smartphone? Molte cose, ve ne racconteremo solo alcune, quelle principali.

04 Feature 220x22004 Feature 220x220

Se ricordate, vi abbiamo detto che nella confezione è presente una ventosa da specchio che permette di posizionare lo smartphone in verticale sullo specchio. Banalmente si potrebbe pensare che serve per visualizzare il timer che scandisce i due minuti di spazzolamento suggeriti dall’igienista dentale, che poi sono anche quelli di default dell’applicazione e del timer interno. Per fortuna non è così banale, bensì l’applicazione utilizza la fotocamera anteriore dello smartphone per inquadrare la bocca e lavorare assieme al sistema chiamato Position Detection”. In pratica alcuni sensori di movimento posizionati nello spazzolino e il riconoscimento video dello smartphonevi guideranno nella pulizia suddividendo la bocca in sei differenti aree, e assicureranno che lo spazzolino venga a contatto con i denti, in tutte le zone, per un tempo adeguato, puntando al massimo dell’efficacia.

Ovviamente questa modalità potrà prendere più di due minuti a sessione, ma ormai abbiamo raggiunto una fase di utilizzo superiore, dove è quasi un gioco e non più una seccatura. Oltretutto, trovata decisamente simpatica, l’applicazione propone nel frattempo le ultime notizie dal mondo, valorizzando maggiormente il tempo speso – bene – per l’igiene quotidiana.

L’applicazione vi offre anche molto altro, come la personalizzazione del ciclo di pulizia (lavaggio denti, filo interdentale, pulizia lingua, etc), vi dà consigli sulle migliori pratiche da seguire, nonché mette a disposizione dei precisi percorsi in base alla vostra esigenza. Ad esempio c’è un percorso per lo sbiancamento dei denti, che necessità l’uso di una differente testina un paio di volte a settimana in abbinamento a un dentifricio specifico (AZ 3D White Luxe Perfezione per rimuovere fino al 100% delle macchie superficiali e 3D White Luxe Acceleratore Sbiancante per denti ancora più bianchi e protetti da macchie future), o un percorso per la pulizia dell’apparecchio, decisamente importante per chi ne indossa uno.

oral b 9000 014oral b 9000 014

Non mancano le statistiche, che sono memorizzate per 30 giorni, un “gioco” che mette alla prova l’abilità nel lavarci correttamente i denti senza un guida visuale, o una modalità avanzata che permette a un dentista di specificare la durata di spazzolamento per ogni singola zona, così da prescrivere un corretto percorso di pulizia dopo un intervento.

Cosa abbiamo imparato?

Se vi state lavando i denti con un normale spazzolino, dovreste provare al più presto un modello elettrico con testina rotonda. Non per forza il Genius 9000 che abbiamo utilizzato per questa prova, anche uno più economico, ma siamo certi che dopo che lo avrete fatto, non tornerete più indietro.

80282296SECONDARYPACKINCONTEXTPRODUCT80282296SECONDARYPACKINCONTEXTPRODUCT

Il Natale è alle porte, magari è l’occasione giusta per un regalo a cui non avevate pensato. Dopo questa esperienza lo abbiamo subito inserito nella nostra guida ai regali senza pensarci troppo.

Parlando invece del Genius 9000 e delle sue funzioni aggiuntive, abbiamo trovato diverse occasioni dove può fare la differenza. Se avete problemi ricorrenti, indossate l’apparecchio, o siete semplicemente fissati con il sorriso, il sistema di rilevazione della posizione vi “solleva” dalla responsabilità di lavare correttamente i denti. Guidandovi nelle differenti zone, avrete la certezza di fare un buon lavoro. Inoltre i percorsi vi permettono di risolvere problemi specifici, e nel caso di problematiche più serie, il dentista potrà anche “prescrivere” un preciso percorso di pulizia, dicendovi dove e per quanto tempo dovete curare una determinata zona.

 - 1 - 1
 - 2 - 2
 - 3 - 3
 - 4 - 4
 - 5 - 5
 - 6 - 6
 - 7 - 7
 - 8 - 8
 - 9 - 9
 - 10 - 10
 - 11 - 11
 - 12 - 12
 - 13 - 13
 - 14 - 14

1 / 14

Altre funzioni sono più accessorie, come ad esempio la possibilità di cambiare il colore della luce o la “brushing challenge”.

Certo uno spazzolino elettrico costa molto di più di uno manuale, ma crediamo che i benefici siano evidenti. Se poi non volete per forza il top della gamma, ci sono altri modelli più economici che probabilmente fanno al caso vostro. Di certo ne guadagnerete in salute e risparmierete il conto del dentista.