Il Premio Nobel per la Fisica 2016 è andato aDavid Thouless, Duncan Haldane e Michael Kosterlitz per i loro studi della materia esotica nel mondo quantistico. Smentiti tutti i pronostici che volevano il prestigioso riconoscimento a Rainer Weiss, Kip Thorne e Ronald Drever per il rilevamento delle onde gravitazionali, gli esponenti della Royal Swedish Accademy of Science hanno deciso di premiare la materia esotica, e in particolare per i loro studi sulle “transizioni di fase topologiche e per le fasi topologiche della materia”.

120448706 92467c07 b590 4ab9 8902 19a96f765c5d120448706 92467c07 b590 4ab9 8902 19a96f765c5d

Ricordiamo che quando si parla di materia esotica si fa riferimento a tutte le particelle che decadono assumendo stati non previsti dalla teoria comunemente accettata nel campo della Fisica a cui si fa riferimento. I tre ricercatori che si sono aggiudicati il Nobel per la Fisica in particolare hanno esplorato stati della materia tramite complessi modelli matematici, ottenendo risultati che in futuro saranno di fondamentale importanza nella scienza dei materiali e nell’elettronica.

I tre titolari del Nobel sono tutti di origine britannica; Thouless e Haldane al momento insegnano in università statunitensi (rispettivamente Seattle e Princeton).