• 19 Aprile 2021 15:15

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Nizza, Hollande promette verità e trasparenza

Lug 22, 2016

Faremo luce su ogni circostanza relativa alle cause di questa tragedia e sugli eventuali collegamenti del terrorista, ha detto il presidente francese Franois Hollande, sommerso dalle critiche per le falle nella sicurezza dopo la strage di Nizza. Trasparenza totale anche sugli sviluppi della vicenda e sull’organizzazione del dispositivo di sicurezza per i fuochi d’artificio sulla Promenade des Anglais a Nizza. Hollande ha rinnovato la fiducia al ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, esludendone le dimissioni. Hollande, a seguito di una riunione del Consiglio di Difesa francese, ha poi aggiunto che la Francia fornir all’esercito iracheno l’appoggio della sua artiglieria per la guerra contro le milizie dell’Isis, escludendo tuttavia qualsiasi intervento da parte delle truppe di terra.

Dodici feriti ancora lottano per la vita

Dodici vittime dell’attentato di Nizza lottano ancora per la vita ricoverati in ospedale, ha detto il presidente francese, Francois Hollande, nel corso di una dichiarazione solenne al termine del quarto Consiglio Difesa all’Eliseo.

Polizia ordina la distruzione dei filmati della strage, il comune si rifiuta

Intanto scontro tra l’antiterrorismo francese, che ha ordinato la distruzione dei filmati delle telecamere che hanno ripreso la mattanza compiuta a Nizza dal tunisino Mohamed Lahouaiej Bouhlel, e il comune che si e’ rifiutato. Il timore della procura che le immagini vengano diffuse in modo incontrollato dalla propaganda jihadista. Il comune di Nizza ha replicato con un ricorso in cui sostiene che le immagine possono costituire elementi di prova nelle indagini. La richiesta giunge in un clima di sospetto e rancore tra il governo e la comunit nizzarda. Ieri il quotidiano Liberation ha sbugiardato il ministro dell’Interno, Bernarde Cazeneuve, dimostrando che a bloccare il camion del killer c’era solo una pattuglia dei vigili urbani.

A Voghera i funerali dei coniugi D’Agostino

Signore, piangiamo perch siamo sconvolti da tanta violenza e tanto odio cieco, schifati dall’uso del nome di Dio mentre si d la morte a tante persone innocenti. cominciata con queste parole l’omelia di monsignor Vittorio Francesco Viola, vescovo di Tortona (Alessandria) oggi pomeriggio nel Duomo di Voghera (Pavia) per i funerali di Angelo D’Agostino e Gianna Muset, i coniugi morti una settimana fa nella strage di Nizza. La chiesa della citt era gremita: in prima fila i figli della coppia Massimiliano ed Eliano con le loro famiglie. Siamo qui – ha detto il vescovo – per reclamare giustizia, perch chi deve custodisca la sicurezza di ciascuno di noi e non accadano mai pi questi eventi luttuosi.

Nizza, il momento dell’impatto del tir sulla folla

Domani i funerali delle due vittime milanesi

Sono stati confermati per domani i funerali di Mario Casati, 92 anni, e Maria Grazia Ascoli, detta Graziella, 76 anni, i due milanesi uccisi nella strage di Nizza. Le esequie dell’uomo si svolgeranno alle 11 nella parrocchia Santi Nabore e Felice con l’ omelia del parroco fra Giuseppe Panzeri. Quelli della donna nella parrocchia Mater Amabilis alle 14.45. Omelia don Giovanni Giavini. Presiede entrambi i funerali monsignor Carlo Faccendini, Vicario Episcopale del cardinale Scola che invier un messaggio.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close