• 19 Maggio 2022 5:13

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Nevicate al Nord ma nessuna emergenza. Ridotta la circolazione dei treni

Mar 1, 2018
Nevicate al Nord ma nessuna emergenza. Ridotta la circolazione dei treni

Ancora una notte difficile sul fronte meteo nel Nord Italia. A Torino e Milano ha nevicato nella notte ma non sono state registrate emergenze. Anche Bologna e Genova all’alba si sono tinte di bianco. Firenze si è svegliata sotto una coltre bianca. Ridotta la circolazione dei treni . Il piano di emergenza di Ferrovie ha comportato una riduzione dell’offerta ordinaria dal 50 al 70% per Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio.

Sulla direttrice Av Milano – Roma – Napoli è confermata la programmazione dell’80% dei treni alta velocità con le fermate a Roma Termini e a Roma Tiburtina così come previste dall’orario ufficiale. Sulla trasversale padana, Torino – Milano – Venezia e lungo la direttrice tirrenica nord, Genova – Roma, è prevista la circolazione del 90% delle corse a lunga percorrenza, del 70% tra Genova e Milano. Italo informa sul suo sito italo.treno.it di aver cancellato 12 collegamenti.

A TORINO 40 MEZZI SPARGISALE

A Torino città dove sono caduti 8/10 cm in città e 15 in collina è stata l’unità di crisi (composta da Area Ambiente della Città, Polizia Municipale, Gtt e Amiat) a coordinare gli interventi e affrontare eventuali emergenze. Le scuole sono regolarmente aperte. Nella notte tra mercoledì e giovedì i mezzi spargisale dell’Amiat, 19 in collina e 21 in pianura, sono intervenuti per evitare la formazione di ghiaccio.

A seconda dell’entità della perturbazione sono entrati in campo i trattori per la rimozione della neve: iniziando dalla collina, per poi spostarsi sulla grande e media viabilità e sulle vie secondarie. Le fermate Gtt sono state prese in consegna da 20 squadre con 180 spalatori dalle prime ore del giorno. La Polizia municipale ha aumentato il numero delle pattuglie in reperibilità notturna e ha raddoppiato il numero di quelle in servizio diurno.

MILANO MOBILITA OLTRE 170 MEZZI

Milano si è preparata alle nevicate previste fino a venerdì con 172 mezzi spargisale. E’ una delle misure decise durante un vertice tra Comune, polizia locale, protezione civile, Atm, Mm e Aler per far fronte nel miglior modo possibile alle nevicate in arrivo. Per quanto riguarda i treni, invece, Rfi ha deciso di tagliare, in via preventiva, il numero delle corse. In Lombardia circolerà il 70 per cento dei regionali, mentre per quanto riguarda l’Alta velocità sarà garantito l’80% dei treni sulla direttrice Milano-Roma-Napoli.

A FIRENZE NESSUNA DIFFICOLTA’

Firenze si è svegliata imbiancata: dalle 1.30 la neve è caduta abbondante e sulle strade vi è una coltre bianca di circa 2 centimetri. I mezzi spargisale sono entrati in azione prima sulle strade collinari e poi in città. La protezione civile del Comune, al momento, non segnala difficoltà. Nevicate diffuse sono segnalate in quasi tutta la Toscana: in Chianti la Città metropolitana segnala accumuli di 5 centimetri.

Spiagge bianche da Massa Carrara fino a Livorno. Per la polizia stradale, ad ora, non vi sono problemi e anche il tratto appenninico dell’A1, dove comunque è in atto il blocco dei mezzi pesanti, è tutto percorribile anche se sulla Panoramica la nevicata è intensa e agli automobilisti viene consigliato di percorrere la Direttissima. Le temperature risultano al di sotto dello zero ma in risalita. Ferrovie già mercoledì sera aveva annunciato che per l’allerta arancione i convogli regionali sarebbero stati ridotti del 50% mentre quelli a lunga percorrenza viaggeranno all’80%.

Per quanto riguarda il traffico la Polstrada segnala qualche problema sulla Firenze-Pisa-Livorno, a Montopoli, dove un mezzo pesante si è intraversato sulla rampa bloccando, di fatto, entrata e uscita. Qualche difficoltà anche sulla Firenze-Siena, all’altezza di Colle Val d’Elsa: qui alcuni furgoni sono fermi sulla corsia di marcia e in attesa di riuscire a mettere le catene aiutati dagli agenti in servizio.

Le ultime previsioni meteo parlano di una probabile intensificazione delle nevicate, nelle prossime tre ore, in particolare sulle province di Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Prato e Firenze, “dove saranno possibili accumuli intorno ai 2-4 cm o localmente superiori sui rilievi”. Nella mattinata sulle zone centro meridionali della Toscana dovrebbe iniziare a piovere. La Protezione civile della Città Metropolitana e i tecnici della viabilità sono impegnati a garantire la percorribilità delle strade soprattutto nelle zone del Mugello-Val di Sieve, Alto Mugello e Ombrone Pistoiese-Bisenzio

A GENOVA STRADE PERCORRIBILI

Genova sotto una leggera coltre. Un leggero strato di neve caratterizza la città, come tutte le zone costiere della regione. Neve su auto, in parchi e giardini, ma le strade, dove sono entrati in azione gli spargisale, sono tutte percorribili. Le nevicate sono state abbondanti, invece nelle zone montane. Ma la Protezione civile regionale non segnala situazioni di criticità, se non l’assenza di elettricità in alcune zone del Comune di Camporosso (Imperia). La regione è in stato di allerta neve: rossa, nell’imperiese e in parte della provincia di Savona e arancione in tutto il resto della Liguria.

Nessun problema su autostrade e ferrovie. Sulle autostrade è in vigore dalle 22 di ieri sera il divieto di transito ai mezzi pesanti, mentre Rfi ha ridotto del 50% i treni regionali per garantire il servizio in caso di criticità. I tremi metropolitani tra Genova Voltri e Genova Nervi sono stati soppressi. Stessa situazione sulla linea Genova Brignole – Busalla per i treni con origine e termine corsa Busalla.

IN VENETO ACCUMULI MODESTI

Il Veneto è imbiancato per una nevicata iniziata in pianura nelle prime ore della notte, e che tuttora sta interessando buona parte delle aree centro meridionali della regione. Fiocchi bianchi cadono su Padova, Vicenza, Verona, mentre non si registrano per ora precipitazioni su Venezia, interessata ieri da una debole nevicata. L’accumulo al suolo è per ora modesto, non supera alcuni centimetri, e le temperature sono al di sotto dello zero, comprese tra -2 e -3 nelle città. La polstrada non segnala particolari problemi alla circolazione. In molte città, in previsione della nevicata, i mezzi spargi sale erano entrati in funzione già da ieri sera.

NEVE SU BOLOGNA, POSSIBILI DISAGI PER I VOLI

Neve su Bologna nella notte, con pochi centimetri che si sono depositati sui tetti e sui marciapiedi, mentre le strade principali sono state pulite dagli spazzaneve. Le prefetture dell’Emilia-Romagna hanno disposto un nuovo stop ai mezzi pesanti oltre le 7,5 tonnellate dalle 22 di mercoledì; le scuole oggi restano chiuse a Rimini, Forlì, Ferrara e Ravenna, oltre che in diverse località dell’Appennino. Sul nodo bolognese i treni sono sostanzialmente regolari, con ritardi massimi di una ventina di minuti: le previsioni del maltempo hanno fatto ridurre precauzionalmente i convogli regionali del 50%. L’aeroporto Marconi è aperto, anche se informa di possibili disagi e cancellazioni di voli: ieri sera è stato cancellato un volo Klm da Amsterdam così uno in partenza alle 6.30 e ne risulta cancellato uno per Londra previsto alle 11.40 della British Airways.

© Riproduzione riservata01 marzo 2018

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close