• 28 Settembre 2021 22:14

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Monte Bianco, ancora bloccate una trentina di persone. «Non ci sono emergenze sanitarie»

Set 9, 2016

La cabinovia che era bloccata da ieri sul Monte Bianco stata rimessa in moto. Lo ha reso noto la societ di gestione ripartita da cinque minuti: l’ultimo cavo (che bloccava il sistema, ndr) stato liberato, ha reso noto Dechavanne Matthieu, amministratore delegato della societ Monte Bianco, poco prima delle otto del mattino. Gli ultimi passeggeri bloccati all’interno della cabinovia potranno dunque raggiungere la terraferma senza essere prelevati dall’elicottero.

In ogni caso, non ci sarebbe nessuna emergenza sanitaria tra i 16 turisti che hanno trascorso la notte sospese nelle cabine della funivia del Monte Bianco, sul versante francese, bloccata da ieri pomeriggio a causa di un guasto. quanto si apprende da fonti sanitarie valdostane.

Da Courmayeur, dove un elicottero del soccorso alpino pronto ad alzarsi in volo in caso di emergenza, una ventina di soccorritori valdostani tra volontari della Protezione civile e personale del 118 sta per raggiungere Punta Hellbronner, a oltre 3.400 metri di quota, per attendere l’arrivo delle persone ancora bloccate sugli ovetti. Tra loro anche alcuni psicologi per assisterli. Buone notizie dal lato meteo: il tempo buono e il cielo sereno.

Il responsabile del soccorso alpino di Courmayeur, Oscar Tajola, ha confermato ai microfoni di RaiNews24 che le operazioni di soccorso sono riprese . Stanno tutti abbastanza bene – ha spiegato – considerato che hanno trascorso la notte a 3.500 metri. Le temperature non sono andate molto al di sotto dello zero.

Le cabine con le persone ancora intrappolate si trovano pi o meno nel mezzo della tratta funiviaria, tra la stazione di Punta Helbronner – raggiunta dai soccorritori italiani attraverso la funivia Skyway, rimasta in funzione per consentire le operazioni – e quella dell’Aiguille du Midi. Negli “ovetti” anche una dozzina di gendarmi francesi, fatti arrivare per tranquillizzare i passeggeri. Anche loro per dovranno essere portati a valle, facendo avvicinare alla trentina il numero di persone da evacuare e di conseguenza allungando i tempi previsti per le operazioni di soccorso.


Dalle prime ore della giornata sono inoltre al lavoro quattro tecnici francesi specializzati, arrivati apposta da Grenoble per cercare di risolvere il problema tecnico. Intanto poco prima delle 7, dalla funivia italiana Skyway del Monte Bianco partito un gruppo di 20-25 tra volontari della protezione civile valdostana e sanitari del 118.


L’ultimo recupero si concluso dopo la mezzanotte, quando dalle cabine pi vicine alla stazione di Punta Helbronner i soccorritori italiani hanno fatto calare con le funi 12 persone. Un intervento complesso, sia per la distanza da terra – circa 50 metri – sia per i crepacci che rendono insidioso il terreno. Da l sono stati condotti alla funivia Skyway e quindi a Courmayeur.

Nel frattempo, Il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, ha sottolineato il coraggio dei soccorritori francesi e italiani impegnati in una operazione delicata di soccorso delle 110 persone bloccate. Lo si apprende da un comunicato diffuso dai media francesi. Il ministro Cazenueve si tiene informato in tempo reale sull’evoluzione della soluzione.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close