E’ di due giorni fa la notizia dei naufragi, almeno due, avvenuti in poche ore sempre nel Canale di Sicilia dove i mezzi di soccorso avevano salvato quasi mille persone. Le vittime accertate erano nove, ma le testimonianze dei superstiti confermavano il timore che ad annegare siano state decine di persone.

Dieci i gommoni intercettati dai mezzi di soccorso coordinati dalla sala operativa della Guardia costiera. Cinque corpi erano stati trovati a bordo di un gommone semisgonfio dalla nave Aquarius dell’Ong italo-tedesca Sos Mediterranee, il cui equipaggio non era riuscito a salvare un’altra persona caduta in mare.