(ANSA) – ROMA, 6 OTT – Dopo il miliardo e passa di utenti WhatsApp, anche i 900 milioni di persone che usano Messenger potranno contare su “Secret Conversations”, il sistema di crittografia che rende le chat a prova di spia. Facebook, proprietario di entrambe le piattaforme, ha confermato a Wired di aver terminato la distribuzione, iniziata in estate, della tecnologia per la privacy, che ora riguarda la totalità degli utenti. Chiamata ‘end-to-end’, cioè da un dispositivo all’altro, questo tipo di codifica rende leggibili i messaggi solo sui telefoni delle persone che stanno chattando.

Aggiornando l’applicazione Messenger, gli utenti che vanno a scrivere un nuovo messaggio trovano in altro a destra il disegno di un lucchetto. Selezionandolo possono iniziare una conversazione segreta. Se si seleziona l’icona dell’orologio, si può anche impostare il periodo di tempo – da 5 secondi a 24 ore – trascorso il quale il messaggio si autoeliminerà.

A differenza della chat Signal, e anche della stessa Whatsapp, l’opzione “conversazione segreta” va quindi attivata manualmente volta per volta. (ANSA).