Magic Leap, la misteriosa azienda californiana che da anni starebbe lavorando a un rivoluzionario visore per la realtà aumentata, potrebbe a breve iniziarne i test nel mondo reale. Nelle scorse ore infatti ha pubblicato un annuncio di lavoro, piuttosto vago a dire la verità, che recita: ‎”Questa posizione implica la raccolta di dati con dispositivi Magic Leap in luoghi reali. Il lavoro comporterà la configurazione e l’utilizzo di attrezzature di alta precisione per catturare informazioni ambientali e sui comportamenti degli utenti in ambienti domestici”.

102106687 magicleap 1910x1000102106687 magicleap 1910x1000

Questa dunque potrebbe essere la prima occasione in cui finalmente l’azienda produrrà qualcosa di concreto, seppure non ancora ad uso e consumo di addetti ai lavori e pubblico. Nonostante il mistero che circonda Magic Leap e il suo visore per la realtà aumentata, l’azienda negli ultimi anni è riuscita a raccogliere ingenti finanziamenti da nomi come Google o Andreessen Horowitz e quest’anno a concludere anche accordi importanti, ad esempio con Twilio e Lucasfilm.

Il motivo è difficile da comprendere in un mondo come quello dell’alta tecnologia, in cui si è abituati a vedere anteprime dei prodotti, che tra l’altro tendono spesso ad essere roboanti e ad amplificare funzioni che poi, nel concreto, fanno molta meno impressione. Magic Leap ha preferito lavorare dietro le quinte, senza pressioni ed aspettative, ma la tecnologia c’è e su quella base è stato evidentemente possibile convincere finanziatori e partner.

magic leap constellationsmagic leap constellations

Chi l’ha potuta provare infatti sostiene che il risultato finale è impressionante, gli oggetti visualizzati trasmettono una stupefacente sensazione di presenza e offrono un livello di dettaglio elevatissimo anche da pochi centimetri di distanza. E voi, siete curiosi di vedere il primo Magic Leap in azione?