• 25 Ottobre 2021 22:22

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Dossier FifPro: il 45% dei calciatori prende meno di 950€ al mese

Dic 17, 2016

sabato 17 dicembre 2016 12:16

ROMA – Si va dal salario medio fino alla violenza e alle discriminazioni. Il rapporto pubblicato della Fifpro, il principale sindacato mondiale dei calciatori professionisti, delinea una situazione per molti versi allarmante. Il dossier è stato stilato tenendo conto delle statistiche relative a 54 paesi e 87 campionati, seppur non includendo le prime 4 leghe per guadagni, ovvero la Premier League, la Liga, la Bundesliga e il campionato cinese. Per quanto riguarda l’Italia, i dati parlano di un salario medio che va dai 4.000 agli 8.000 euro mensili e di contratti lunghi in media 27 mesi. Non sorprende inoltre il 45% di stipendi pagati in ritardo. Da segnalare infine un 59% di trasferimenti completati contro la volontà dei giocatori e un 20% di professionisti che si dichiarano insoddisfatti del supporto medico. Di seguito alcune delle statistiche più interessanti che emergono da questo documento relative a tutto il mondo del calcio:

Il 21% dei calciatori guadagna meno di 286 euro al mese, il 45% meno di 950: in Africa addirittura il 73,2%, mentre in Europa il 32,2 ha uno stipendio annuale inferiore ai 10.000€

Il 41% dei calciatori viene pagato in ritardo (l’8% con più di tre mesi di ritardo)

La durata media del contratto di un calciatore è di 22,6 mesi

Il 29% dei trasferimenti avvengono contro la volontà dei giocatori (in modo particolare in Serbia, l’82%), spesso attraverso pressioni, venendo messi fuori rosa ed essendo costretti ad allenarsi da soli

L’8% addirittura non ha un contratto scritto (in Europa il 3%, in Africa il 15%)

Il 9,5% ha subito violenza fisica cinque volte superiore rispetto al resto delle esperienze lavorative

I tifosi sono colpevoli del 55% delle aggressioni a giocatori

Il 17,2% degli stranieri sono stati vittima di discriminazione (mentre degli autoctoni il 7,3%)

Il 71,9% non ha portato a termine gli studi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close