• 3 Dicembre 2021 11:16

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

I vaccini sono meno efficaci contro la variante Delta rispetto a quella Alfa

Ott 23, 2021

AGI – L’efficacia dei vaccini anti Covid è più alta nel periodo con la variante alfa dominante (dal 4 aprile al 4 luglio 2021) rispetto al periodo con la variante delta dominante (dal 5 luglio al 17 ottobre). È quanto rileva l’Istituto Superiore di Sanità nel suo bollettino settimanale di sorveglianza integrata.

Nel dettaglio: l’efficacia complessiva della vaccinazione completa nel periodo alfa dominante è pari all’88,6% contro l’infezione, mentre nel periodo delta prevalente l’efficacia si riduce al 75,6%.

Questo risultato indica che nella fase epidemica alfa, nel gruppo dei vaccinati con ciclo completo il rischio di contrarre l’infezione si riduceva dell’89% rispetto a quello tra i non vaccinati, mentre si osserva una riduzione del rischio per i vaccinati nel periodo delta pari al 76% rispetto ai non vaccinati.

Siccome le stime riportate sono basate su un modello statistico – spiega l’Iss – ciascuna stima ha un livello di incertezza espresso dall’intervallo di confidenza, il quale indica che verosimilmente (con il 95% di probabilità) il valore reale dell’efficacia, nella fase epidemica delta, è compreso tra 75,4%-75,8%.

In generale, sebbene si osserva una diminuzione dell’efficacia nella fase epidemica delta, l’efficacia preventiva nei confronti di ricoveri (92% fase delta vs 95% fase alfa), terapie intensive (95% fase delta vs 97% fase alfa) e decessi (91% fase delta vs 97%) rimane alta.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close