• 23 Ottobre 2021 23:33

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

I governi chiedono sempre più informazioni a Facebook sui suoi utenti – Molisedoc.com

Dic 24, 2016
Share

I governi chiedono sempre più informazioni a Facebook sui suoi utenti

In altri termini, i soggetti interessati non hanno potuto essere avvisati da Facebook delle richieste di accesso ai loro dati.

Sono in calo le richieste di restrizione dei contenuti, cioè il numero di oggetti sottoposti a restrizione perché in violazione di leggi locali. Facebook evidenzia come queste specifiche richieste siano diminuite dell’83% e precisamente da 55.827 a 9.663. Sempre nell’ultimo rapporto diffuso da Menlo Park, le richieste in Italia erano state 1.525 (quindi un aumento del 25% rispetto ai nuovi dati) ed erano state esaudite il 52% di esse. Nonostante Facebook abbia registrato un’istantanea delle informazioni richieste, queste non sono state tuttavia rilasciate prima che i processi legali fossero ufficialmente avviati.

Le istituzioni italiane, inoltre, hanno domandato al social network di preservare le informazioni di 909 account (in caso di richiesta delle autorità governative o giudiziarie, Facebook conserva i dati per un periodo di 90 giorni). Come afferma il social network, i dati sono conservati temporaneamente dal momento in cui un governo effettua la richiesta e vengono divulgati solo dopo aver ricevuto una richiesta formalmente valida. Facebook ha ricevuto 3.016 richieste di emergenza per 4.192 account.

Facebook ha rinnovato il suo Account Kit, introducendo una nuova feature che interessa gli utenti che adoperano la piattaforma di sviluppo a partire da device Android: stiamo parlando del login diretto, dove in sostanza è possibile approfittare del proprio numero di telefono per effettuare l’autenticazione sicura in due fasi, utilizzando gli SMS per l’autenticazione. Ma non è tutto oro quello che luccica per via del fatto che le restrizioni sulle singole immagini sono state “drogate” nel 2015 dall’attentato in Francia. Quante volte quindi i governi hanno richiesto l’accesso ai dati degli utenti del social blu?

Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close