• 19 Maggio 2022 4:08

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

I dazi Usa spaventano il mercato, Borse in calo pesante

Mar 2, 2018

MILANO – Ore 9.40. La decisione del presidente Usa Donald Trump di introdurre nuovi dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio, i due materiali fondamentali per la produzione manifatturiera americana, si fa sentire sul mercato. Le Borse europee accusano il colpo dopo il pesante passivo di Wall Sreet, con il Dow Jones che ieri ha chiuso in calo del 2,3%. Partenza in netto calo per tutte le piazze finanzirie europee: Milano cede lo 0,96%, Londra lo 0,43%, Francoforte perde l’1,19% e Parigi lo 0,95%. Anche Tokyo ha pagato gli effetti dell’annuncio americano, con il Nikkei che ha terminato le contrattazioni in calo del 2,5%.

L’euro si mantiene sul filo dell’1,22 al cambio con il dollaro. “L’impressione – afferma Vincenzo Longo, market strategist di IG – è che le vendite possano proseguire ancora oggi, aprendo a un test all’area di 1,20”. Il biglietto verde perde terreno nei confronti dello yen, scambiando a 105,93.

Lo spread si conferma insensibile all’imminente voto italiano e in mattinata si attesta a quota 130 punti. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario scivola sotto quota 2% e si attesta all’1,938%. A Piazza Affari osservata speciale Atlantia, che oggi presenta i conti.

Tra i dati macroeconomici di giornata, in Giappone la disoccupazione scivola al 2,4% al minimo dal 1993. Si attendono le vendite al dettaglio in germania e i prezzi alla produzione nell’Eurozona. Dagli usa arriva l’indice di fiducia delle famiglie dell’università del Michigan. L’Istat diffonde i dati trimestrali sull’economia italiana.

Le quotazioni del petrolio chiudono la settimana in calo con i prezzi del greggio Wti con scadenza ad aprile che scivolano sotto i 61 dollari a 60,97 dollari al barile. In recupero il Brent dopo il calo di ieri a 63,9 dollari al barile. Poco mosso l’oro, a 1319 dollari l’oncia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close