• 8 Ottobre 2022 0:50

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Emersione dei contanti, marcia indietro sul forfait al 35%: si torna alle aliquote progressive

Ott 22, 2016

ROMA – Marcia indietro sul regime forfettario per chi dichiara capitali “sommersi”: addio alla tassazione flat al 35% sull’emersione dei contanti. A quanto si apprende, nell’ultima versione del decreto fiscale, che sembra ormai quasi alle battute finali, l’imposta flat sarebbe stata eliminata, sostituita con le normali aliquote progressive sui redditi. Si tornerebbe così alla voluntary disclosure in versione originale, quella del 2015, che imponeva ai contribuenti anche di dimostrare la provenienza delle somme sanate.

Il provvedimento sulla tassazione al 35%, ribattezzata norma “salva-Corona”, aveva sollevato molte polemiche, a iniziare dall’Agenzia delle Entrate e da Equitalia, perché considerato una “sanatoria” e uno “scivolo” per i più ricchi.

Al momento, già a una settimana dall’approvazione in Consiglio dei ministri, i testi della legge di bilancio e del decreto non sono ancora visibili perché ancora non trasmessi alle Camere. Per l’arrivo in Parlamento, secondo fonti di governo, bisognerà attendere probabilmente la prossima settimana, forse martedì.

Sul fronte delle cartelle arrivano intanto i nuovi dati di Equitalia. La “finestra” che concedeva 60 giorni di tempo a quei contribuenti che erano decaduti dal proprio piano di rateizzazione concordato con la società di riscossione si è chiusa il 20 ottobre scorso con un vero e proprio boom: circa 100 mila richieste di riammissione alla rateizzazione. Dal 20 agosto scorso, sono stati rimessi in rateizzazione circa 3 miliardi, anche se per il dato definitivo bisognerà attendere che sia lavorata l’ultima parte, il 5% del totale, delle istanze pervenute.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close