venerdì 2 dicembre 2016 17:02

ROMA- Volata a tre per il titolo d’inverno in Regular Season tra Cucine Lube Civitanova, Diatec Trentino e Azimut Modena. Bagarre in vista per i piazzamenti nella griglia della Del Monte® Coppa Italia SuperLega con le prime 9 in classifica già certe di rientrare tre le 12 del trofeo e le prime quattro in graduatoria sicure dell’accesso diretto ai Quarti di Finale.

Il tredicesimo e ultimo turno di andata della SuperLega UnipolSai, in programma in contemporanea alle 18.00 di domenica 4 dicembre, si preannuncia come il più scoppiettante dall’inizio del torneo 2016/17, in parte per il confronto tanto atteso al PalaPanini tra i Campioni d’Italia della Azimut Modena e l’attuale capolista Cucine Lube Civitanova (diretta RAI Sport 2), in parte per le incertezze sulle possibili combinazioni di Coppa. Nelle altre gare la Sir Safety Conad Perugia ospita Revivre Milano, l’Exprivia Molfetta se la vede con la Diatec Trentino, mentre la Top Volley Latina cerca punti in casa con la Tonno Callipo Vibo Valentia, la Kioene Padova accoglie la Calzedonia Verona nel derby veneto, il Gi Group Monza sfida la LPR Piacenza e la Bunge Ravenna spalanca le porte del proprio palazzetto alla neo promossa Biosì Indexa Sora.

Intanto, la Lega Pallavolo Serie A e Sportradar hanno unito le forze per tutelare l’integrità dello sport dando il via in settimana ad un progetto articolato di formazione e contrasto al match fixing.

La Azimut Modena si gioca al PalaPanini le chance residue per il titolo d’inverno a pochi giorni dal debutto in Champions League. Lo fa ospitando la capolista. Al momento la certezza per i canarini è aver centrato l’accesso alla Del Monte® Coppa Italia SuperLega dalla porta principale insieme a Civitanova, Trento e Perugia. Con un successo interno in 3 set contro Civitanova, gli emiliani affiancherebbero i marchigiani a 31 punti superandoli per il quoziente set. A quel punto conterebbe l’esito di Trento – Molfetta perché, in caso di vittoria da 3 punti dei gialloblù in Puglia, Modena si ritroverebbe seconda, in caso di vittoria al tie break dei trentini si andrebbe in parità e si guarderebbe il quoziente set. Più complicato il calcolo in caso di 3-1 della Azimut sulla Cucine Lube Civitanova, che si appresta ad affrontare “un tranquillo week end di paura” in uno dei palazzetti più caldi della penisola con la Champions dietro l’angolo. La prima della classe vuole difendere il primo gradino del podio in Italia. Per farlo deve attaccare perché in caso di vittoria i marchigiani sarebbero Campioni d’Inverno. Con una di sconfitta per 3-0 Civitanova verrebbe disarcionata, con lo stop per 3-1 si calcolerebbe il quoziente punti, ma un successo da 3 punti di Trento a Molfetta taglierebbe fuori sia la Cucine Lube, nella gara n. 100 di Kaliberda e n. 200 di Kovar in Campionato, che la Azimut, nel match dei 1000 punti di Piano.

La Sir Safety Conad Perugia di Lorenzo Bernardi è la squadra con meno pressioni al momento. Grazie al cammino vincente del nuovo tecnico, all’ingresso diretto ai Quarti di Finale del trofeo tricolore, alla qualificazione ai Gironi di Champions League in versione Sir Safety Sicoma Colussi, con esordio nella Pool E ad Ankara il 7 dicembre, la tifoseria è ora in pieno idillio con la squadra alla vigilia della gara n. 200 di De Cecco. Blindato il quarto posto in classifica con distanza di sicurezza di 4 punti su Piacenza, gli umbri possono soffiare la terza piazza a Modena. In caso di sconfitta casalinga della Azimut per 3-0 o 3-1 e concomitante vittoria perugina da 3 punti domenica si andrebbe al calcolo del quoziente set per definire la griglia in Coppa Italia. La Revivre Milano occupa l’ultimo posto in classifica a 9 punti, gli stessi di Latina, penultima, dopo la rimonta subita nello scontro diretto. Al lumicino le speranze di raggiungere gli Ottavi di Finale di Coppa Italia. Servirebbero 3 punti al PalaEvangelisti con i Block Devils, oltre a risultati benevoli negli altri campi. Con una vittoria al tie break, il team lombardo sarebbe tagliato fuori dalla Coppa per il divario nelle partite vinte con Sora e il quoziente set di Ravenna e Molfetta, che anche in caso di sconfitta di entrambe rimarrebbe comunque superiore a quello dei meneghini.

L’Exprivia Molfetta per la certezza della qualificazione alla Coppa Italia ha bisogno di una vittoria. Altrimenti, in caso di aggancio da parte di Latina si troverebbe sotto di un successo nei confronti dei pontini e si qualificherebbe con 1 flop al tie break solo in caso di concomitante stop per 3-0 o 3-1 di Ravenna in casa con Sora. Una vittoria, invece, consentirebbe al sestetto di Flavo Gulinelli l’ingresso agli Ottavi: se l’affermazione fosse per 3-0 i molfettesi potrebbero persino insidiare il nono posto di Padova perché una sconfitta col massimo scarto dei veneti metterebbe le due squadre sullo stesso piano per numero di partite vinte e quoziente set. Il confronto si baserebbe sul quoziente punti, ma il risultato di Ravenna – Sora inciderebbe sulla griglia in modo decisivo. La Diatec Trentino non sente ancora le sirene della CEV Cup, che la vedrà impegnata a gennaio, e si può concentrare sul rush finale di metà stagione con un occhio rivolto al risultato del PalaPanini. Per fregiarsi del titolo invernale nel match numero 100 di Solé, i gialloblù possono vincere da 3 punti a Molfetta sperando che Civitanova non vinca più di un set a Modena. In caso di sconfitta di Civitanova al tie break, i trentini si garantirebbero il gradino più alto solo con un successo per 3-0 in Puglia, mentre con il 3-1, in virtù dello stesso numero di vittorie e uguale quoziente set con la Cucine Lube, lo scettro sarebbe assegnato alla squadra col miglior quoziente punti. Le altre combinazioni possibili prevedono secondo o terzo posto grazie al +4 su Perugia.

La Top Volley Latina può ancora sperare nell’accesso agli Ottavi di Finale della Del Monte® Coppa Italia SuperLega grazie ai due punti conquistati in rimonta contro Milano nella dodicesima giornata. I pontini, però, devono per forza vincere con Vibo Valentia e sperare in una serie di risultati favorevoli, a cominciare dal match di Molfetta con Trento. Un risultato netto dal Pala De Andrè tra Ravenna e Sora sarebbe molto gradito a Latina che può ambire all’undicesima o alla dodicesima posizione, vista la concomitanza di un confronto diretto a Ravenna e la garanzia che una delle due squadre incamererà almeno 2 punti garantendosi la qualificazione agli Ottavi. La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia è ottava a 15 punti. Per il sestetto calabrese, già ammesso agli Ottavi di Finale, si tratta di consolidare la posizione in classifica perché la settima piazza dista 4 lunghezze e non è raggiungibile. Il gruppo di Waldo Kantor nel breve periodo deve difendere il punto di vantaggio su Padova e, per non correre rischi deve vincere da 3 punti. Con una vittoria al tie break e il concomitante successo dei patavini per 3-0 o 3-1, invece, la matricola si ritroverebbe a pari punti con la formazione veneta, ma con un successo in più. Anche una sconfitta al tie break di Vibo con simultanea vittoria padovana da 2 punti e aggancio a quota 16 si risolverebbe con il sorpasso dei veneti per quoziente set. Se le squadre vincono o perdono con uguale risultato la matricola resta avanti.

La Kioene Padova si gioca la possibilità di scavalcare Vibo Valentia e portarsi così al settimo posto in classifica. Il tutto nella cornice di un derby, con la possibilità di migliorare la posizione nella griglia di Coppa Italia e sperare in incrocio malleabile, anche se nella parte bassa della classifica c’è la massima incertezza. Per mantenere al sicuro il nono posto alla Kioene basta 1 punto, mentre per scavalcare Vibo servono una vittoria con qualsiasi risultato e una simultanea sconfitta dei calabresi. Con un successo per 3-0 o 3-1, i veneti centrerebbero l’ottavo posto scalzando così i rivali anche in caso di vittoria al tie break di Vibo al PalaBianchini di Latina. La Calzedonia Verona attraversa il momento più duro della sua storia recente con 5 sconfitte consecutive incassate in Regular Season, ma potrebbe trovare una via d’uscita dal forte impatto emozionale vincendo in trasferta il derby regionale. Attualmente sesta, Verona chiuderà il girone di andata tra la quinta e la settima piazza. Per scavalcare Piacenza, che ha 2 punti in più e due vittorie di vantaggio, alla Calzedonia servirebbero i 3 punti con sconfitta concomitante di Piacenza a Monza per 3-0 o 3-1. Per non subire il sorpasso di Monza, invece, gli scaligeri devono centrare un risultato migliore dei brianzoli, o uguale in termini di set, ma con un occhio al vantaggio nei punti fatti/subiti. Al momento le due squadre viaggiano alla pari, ma Verona ha il naso avanti per il quoziente punti. Il Gi Group Monza, tornato dal PalaTrento con 1 punto, si trova in una situazione di classifica pressoché identica alla Calzedonia, ma con un scontro diretto da affrontare e un quoziente punti lievemente inferiore. Anche gli uomini di Miguel Anguel Falasca sognano il salto al quinto posto. Per quanto riguarda un possibile sorpasso a Piacenza, le combinazioni sono le stesse di quelle già individuate per Verona. Per beffare i veneti basterebbe un risultato migliore della Calzedonia o identico, ma con miglior quoziente punti. Fromm è a 6 sigilli dai 1500 punti. La LPR Piacenza, ad una settimana dall’inizio dell’impegno in CEV Cup, viene dalla sconfitta interna in quattro set nel derby con Modena, gara in cui sono tramontate le possibilità di accedere direttamente ai Quarti di Finale della Coppa Italia. Il sestetto emiliano resta comunque tra i più in forma del torneo e vuole consolidare la quinta posizione. Un obiettivo che si concretizzerebbe con un successo da 3 o da 2 punti in Brianza. Con una sconfitta al tie break, anche in caso di aggancio da parte di Verona o Monza gli uomini di Alberto Giuliani non avrebbero nulla da temere grazie al vantaggio matematico nel numero di vittorie. Solo con una sconfitta per 3-0 o 3-1 e le contemporanee vittorie di Padova e/o Monza da 3 punti la LPR si troverebbe beffata.

La Bunge Ravenna, undicesima, ha gli stessi punti di Sora, che la precede, e di Molfetta, alle sue spalle. I romagnoli, caduti con il punteggio di 3-1 al PalaValentia contro la matricola Tonno Callipo hanno un piede agli Ottavi di Coppa Italia, ma devono tenere d’occhio le possibili vittorie di Molfetta, Latina e Milano. Solo con un successo nello scontro diretto con Sora il team di Fabio Soli avrebbe la certezza della qualificazione. Con una vittoria per 3-0 e la contemporanea sconfitta di Padova per 3-0, la Bunge potrebbe persino guadagnare due posizioni e presentarsi in Coppa Italia nei panni di nona forza del torneo. La Biosì Indexa Sora ha l’opportunità di qualificarsi alla coppa tricolore nell’anno del debutto in SuperLega. Un’occasione che Bruno Bagnoli non vuole farsi scappare. Decimo in classifica, il club volsco vuole scrollarsi di dosso i dirimpettai Ravenna e Molfetta. Lo scontro diretto con i romagnoli casca a pennello. In caso di vittoria per 3-0 e simultanea sconfitta per 3-0 o 3-1 di Padova i sorani agguanterebbero la nona casella della classifica. In caso di vittoria per 3-1, invece, per essere nona la formazione laziale dovrebbe contare sulla sconfitta di Padova per 3-0 o 3-1 e sperare che Molfetta non riesca a battere la Diatec Trentino con il massimo scarto.

TUTTE LE SFIDE-

Azimut Modena – Cucine Lube Civitanova-

PRECEDENTI: 72 (36 successi per parte)

EX: Alberto Casadei a Modena nel 2010-2011, nel 2012-2013 e dal 2014 al 2016.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Maxwell Philip Holt – 12 attacchi vincenti ai 500 (Azimut Modena); Osmany Juantorena – 2 muri vincenti ai 100, Jiri Kovar – 15 punti ai 1000 (Cucine Lube Civitanova).

In Campionato: Maxwell Philip Holt – 16 punti ai 1000, Matteo Piano – 1 punto ai 1000 (Azimut Modena); Denys Kaliberda – 1 partita giocata alle 100, Jiri Kovar – 1 partita giocata alle 200 (Cucine Lube Civitanova).

In Campionato e Coppa Italia: Maxwell Philip Holt – 5 punti ai 1000, Nemanja Petric – 3 muri vincenti ai 200, Salvatore Rossini – 1 partita giocata alle 200 (Azimut Modena); Osmany Juantorena – 18 punti ai 2500, Dragan Stankovic – 2 muri vincenti ai 400 (Cucine Lube Civitanova).

Roberto Piazza (allenatore Azimut Modena)- « Modena è pronta ad affrontare una sfida che sappiamo essere dura, ma anche molto stimolante. Civitanova ha fatto un ottimo girone di andata ed è una grande squadra. Modena non è certo da meno, per questo sarà un bel match, giocato davanti ad un PalaPanini ancora sold out. Vincerà chi sarà più lucido, preciso e “cattivo” nei momenti chiave del match. La classifica? Pensiamo a vincere, il resto lo guarderemo dopo il match ».

Dragan Stankovic (Cucine Lube Civitanova)- Siamo pronti ad affrontare una partita certamente importante per la classifica ma non determinante per l’esito di una intera stagione. Ovviamente scenderemo in campo per dare il massimo contro la formazione Campione d’Italia in carica che, dopo il mercato estivo, si sta rilevando ancora una delle favorite numero uno. Servirà una grande Lube per realizzare l’impresa di espugnare il PalaPanini e confermare così la vetta della classifica al giro di boa”.

Sir Safety Conad Perugia – Revivre Milano-

PRECEDENTI: 4 (4 successi Perugia)

EX: Federico Tosi a Milano nel 2015-2016.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Aleksandar Atanasijevic – 12 punti ai 1500, Luciano De Cecco – 2 battute vincenti alle 100 (Sir Safety Conad Perugia).

In Campionato: Simone Buti – 2 battute vincenti alle 100, Luciano De Cecco – 1 partita giocata alle 200, Ivan Zaytsev – 20 punti ai 3000 (Sir Safety Conad Perugia).

In Campionato e Coppa Italia: Sasha Starovic – 4 punti ai 2000 (Revivre Milano).

Andrea Bari (Sir Safety Conad Perugia)- « Guardare la classifica ed il fatto che giochiamo in casa sono aspetti che ingannano. In realtà, e tanti altri risultati di questo girone d’andata lo hanno dimostrato, ogni squadra di SuperLega ha giocatori forti, le difficoltà ci sono sempre e Milano possiede armi importanti. Credo soprattutto che noi dobbiamo entrare in campo determinati come abbiamo fatto benissimo domenica scorsa a Verona per far capire che puntiamo a giocare bene e a vincere. Così facendo sono convinto che riusciremo a portare a casa la partita ».

Massimiliano De Marco (2° allenatore Revivre Milano)- « Paradossalmente per noi queste partite sono quelle più semplici perché entri in campo con la mente più libera non avendo niente da perdere. Si riesce a giocare più sciolti, facendo in campo quelle cose che in momenti di tensione come quelli che abbiamo passato ultimamente non vengono. L’importante contro Perugia è cercare di giocare rilassati e prendere quello che viene perché pensare di fare risultato contro una Sir così in forma è veramente difficile. Abbiamo lavorato molto in questa settimana sulla battuta, fondamentale che non è andato contro Latina la scorsa settimana. Sappiamo che possiamo fare la differenza nelle gare contro le squadre alla nostra portata, contro Perugia sarà più difficile perché con De Cecco e la batteria di attaccanti di palla alta che hanno, anche con palla staccata sono difficili da contenere. Cercheremo comunque di limitare gli errori ed ottenere qualcosa di più dai nove metri ».

Exprivia Molfetta – Diatec Trentino-

PRECEDENTI: 15 (5 successi Molfetta, 10 successi Trento)

EX: Alberto Polo a Trento nel 2013-2014 (dal 19/12/13), Daniele Mazzone a Molfetta nel 2013-2014.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Matteo Burgsthaler – 3 attacchi vincenti ai 500 e – 2 muri vincenti ai 400, Jan Stokr – 3 muri vincenti ai 300 (Diatec Trentino)

In Campionato: Sebastian Solé – 1 partita giocata alle 100 (Diatec Trentino).

In Campionato e Coppa Italia: Simone Giannelli – 1 muro vincente ai 100, Filippo Lanza- 2 muri vincenti ai 100, Daniele Mazzone – 3 battute vincenti alle 100 e – 3 muri vincenti ai 300 (Diatec Trentino).

Flavio Gulinelli (Allenatore Exprivia Molfetta)- « Credo che dobbiamo continuare a giocare come abbiamo fatto fino ad ora mantenendoci però attaccati al match nei momenti decisivi. Abbiamo una squadra giovane, le nostre soluzioni di gioco le abbiamo e dobbiamo insistere sempre su queste. Giochiamo in casa, che non è poco per una squadra come la nostra. Sono fiducioso perché sarà un altro grande match giocato palla su palla ».

Simon Van De Voorde (Diatec Trentino)- « Abbiamo avuto un’intera settimana per preparare la gara di domenica e abbiamo cercato di sfruttarla al massimo, perché imporsi al PalaPoli non è mai semplice. Durante la scorsa stagione abbiamo toccato con mano quanto possa essere difficile riuscire a vincere in casa dell’Exprivia, in un ambiente sempre molto caldo e rumoroso. Sarà importante arrivare all’appuntamento con la mentalità giusta e non abbassare la concentrazione anche nei momenti complicati che incontreremo nel corso del match ».

Top Volley Latina – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-

PRECEDENTI: 16 (10 successi Latina, 6 successi Vibo Valentia)

EX: Fabio Fanuli a Vibo Valentia dal 2010 al 2012, Daniele Sottile a Vibo Valentia dal 2004 al 2006, Peter Michalovic a Latina nel 2013-2014.

A CACCIA DI RECORD:

In Campionato: Manuel Coscione – 2 muri vincenti ai 300 (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia).

Carmelo Gitto (Top Volley Latina)- « Vibo verrà agguerrita domenica per lottare su tutti i palloni e renderci la vita difficile. Dobbiamo fare la nostra gara senza pensare a loro. Stiamo seguendo le nuove direttive del tecnico e stiamo migliorando. I problemi ci sono ma li stiamo risolvendo. A Milano siamo stati bravi a limitare gli errori e a rimanere in partita ».

Antonio Valentini (2° allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): « Latina è una squadra esperta con ottime individualità e con giocatori che conoscono bene il Campionato di SuperLega. In più vengono dalla vittoria in trasferta con Milano e tutto ciò deve essere da monito per noi per affrontare la partita con la massima concentrazione e determinazione. Dovremo pensare al nostro gioco cercando di sviluppare un cambio palla efficace e, rispetto all’ultima gara con Ravenna, dovremo essere più continui e meno fallosi in battuta. Veniamo da un buon momento e vogliamo continuare a fare punti ».

Kioene Padova – Calzedonia Verona

PRECEDENTI: 16 (6 successi Padova, 10 successi Verona)

EX: Michele Fedrizzi a Verona nel 2012-2013.

A CACCIA DI RECORD:

In Campionato: Michele Fedrizzi – 2 muri vincenti ai 100 (Kioene Padova); Stefano Mengozzi – 1 muro vincente ai 400 (Calzedonia Verona).

In Campionato e Coppa Italia: Marco Volpato – 16 attacchi vincenti ai 500 (Kioene Padova).

Valerio Baldovin (Allenatore Kioene Padova)- « Quella di domenica sarà una gara molto delicata per entrambe le squadre, reduci da diversi risultati negativi nelle ultime giornate di SuperLega. Per noi sarà un match molto delicato da interpretare, ma nel quale dovremo riscattare la prestazione negativa di Sora e migliorare la nostra efficienza di gioco ».

Angiolino Frigoni (Direttore Tecnico Calzedonia Verona)- « Siamo in una situazione particolare, l’ultima partita non ci ha certo aiutato a risolvere i nostri problemi. Sarà un match importantissimo sotto molti punti di vista, soprattutto quello del risultato ».

Gi Group Monza – LPR Piacenza-

PRECEDENTI: 5 (4 successi Monza, 1 successo Piacenza)

EX: non ci sono ex tra queste due formazioni.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Iacopo Botto – 16 punti ai 2000 (Gi Group Monza); Leonel Marshall – 1 partita giocata alle 200 (LPR Piacenza).

In Campionato: Christian Fromm – 6 punti ai 1500 (Gi Group Monza); Aimone Alletti – 1 battuta vincente alle 100 (LPR Piacenza).

In Campionato e Coppa Italia: Christian Fromm – 2 battute vincenti alle 100 (Gi Group Monza)

Marco Rizzo (Gi Group Monza)-« Domenica ci aspetta una partita molto difficile, contro una squadra in salute che sta esprimendo un’ottima pallavolo. I loro punti di forza? Direi la loro efficacia dai nove metri: con i tre cubani davvero aggressivi al servizio. Tenere alto il livello della ricezione ed aver pazienza nel contrattacco potrebbe essere la ricetta giusta per fermare gli emiliani e conquistare un successo che potrebbe voler dire quinto posto e conseguente accesso da protagonisti agli Ottavi della Del Monte® Coppa Italia. Dopo qualche piccolo passo falso commesso durante la prima parte di campionato, condito anche da un pizzico di sfortuna, abbiamo voglia di mantenere il trend positivo di queste ultime settimane e chiudere in bellezza questo girone di andata ».

Loris Manià (LPR Piacenza)-« Affrontiamo l’ultima trasferta del girone di andata senza guardare alla classifica, andremo a Monza per vincere e per portare nelle nostre casse il maggior numero di punti possibili. Sicuramente non sarà una passeggiata, ci attende una match difficile, Monza è un’ottima squadra è sta dimostrando con i fatti l’eccellente condizione fisica. Quelli in palio nella sfida di domenica non saranno punti importanti solo in chiave Coppa Italia ma anche in chiave Play Off: punti in più o in meno fanno la differenza e il nostro obiettivo è quello di arrivare il più in alto possibile in classifica ».

Bunge Ravenna – Biosì Indexa Sora-

PRECEDENTI: 5 (5 successi Ravenna)

EX: non ci sono ex tra queste due formazioni.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Maurice Armando Torres – 23 punti ai 1000 (Bunge Ravenna).

In Campionato: Mattia Rosso – 2 battute vincenti alle 200 (Biosì Indexa Sora).

In Campionato e Coppa Italia: Marco Santucci – 1 partita giocata alle 200 (Biosì Indexa Sora).

Fabio Soli (Allenatore Bunge Ravenna)- « Contro Sora dobbiamo essere bravi a scrollarci di dosso la brutta prestazione di Vibo Valentia, facendo però tesoro degli insegnamenti di quella partita. I nostri avversari vengono da tre vittorie di fila e sono l’espressione di una piazza che ha tanto entusiasmo e che ha raggiunto con forza e determinazione la partecipazione alla SuperLega. Dal punto di vista personale, non posso che essere grato a Sora per l’opportunità che mi ha offerto nella scorsa stagione, culminata con la promozione al termine dei Play Off. Dall’altra parte, però, si tratta di una sfida che per la Bunge è importante vincere per continuare la sua corsa agli obiettivi rappresentati dalla partecipazione alla Coppa Italia e ai Play Off. Prima di tutto, però, voglio vedere una squadra più solida, capace di giocare al meglio e con maggiore pazienza un match delicato come questo ».

Marco Lucarelli (Biosì Indexa Sora)- « La nostra squadra è migliorata tanto e si vede dalle vittorie ottenute. Grazie ai risultati utili è salito di molto anche il morale e dunque andremo a Ravenna per disputare un’ottima partita e, perché no, riportare a casa qualche punto. Mi aspetto un match arduo e pieno di emozioni: da un lato sarà sicuramente una battaglia, come del resto lo sono state le ultime gare che abbiamo disputato, contro una buona squadra costruita con ragazzi forti e motivati. Dall’altro sarà molto bello rincontrare mister Soli in SuperLega, insieme abbiamo vissuto belle esperienze e provato emozioni forti ma il nostro obiettivo è quello di chiudere al meglio il girone d’andata per cui daremo il massimo anche e soprattutto contro di lui per non interrompere questo splendido ciclo positivo ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 13a GIORNATA-

Domenica 4 dicembre 2016, ore 18.00

Azimut Modena – Cucine Lube Civitanova (Santi-Saltalippi F.)

Sir Safety Conad Perugia – Revivre Milano (Pozzato-Tanasi)

Exprivia Molfetta – Diatec Trentino (Gnani-Vagni)

Top Volley Latina – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (Pasquali-Piana)

Kioene Padova – Calzedonia Verona (Lot-Florian)

Gi Group Monza – LPR Piacenza (Cipolla-Bartolini)

Bunge Ravenna – Biosì Indexa Sora (Simbari-La Micela)

LA CLASSIFICA-

Cucine Lube Civitanova 31, Diatec Trentino 29, Azimut Modena 28, Sir Safety Conad Perugia 25, LPR Piacenza 21, Calzedonia Verona 19, Gi Group Monza 19, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 15, Kioene Padova 14, Biosì Indexa Sora 11, Bunge Ravenna 11, Exprivia Molfetta 11, Top Volley Latina 9, Revivre Milano 9