• 18 Luglio 2024 9:23

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Colpito dal taser dei carabinieri, muore dopo un malore

Lug 10, 2024

AGI – Un uomo è morto la notte scorsa dopo aver accusato un malore a seguito dell’intervento dei carabinieri che, per calmarlo dopo una lite con i militari, hanno utilizzato il taser. Il fatto è accaduto a Colle Isarco in Alto Adige e a intervenire sono stati i carabinieri della compagnia di Vipiteno. La Procura di Bolzano ha aperto un’inchiesta al fine di accertare le cause del decesso. Una pattuglia dei militari dell’Arma era intervenuta presso l’abitazione privata di un uomo che aveva chiamato il numero di emergenza ‘112’ e, in stato di agitazione, segnalava la presenza di persone non meglio precisate al di fuori della sua stanza.

 

I militari giunti sul posto assieme a personale sanitario tentavano di accedere nell’appartamento ma l’uomo, in evidente stato confusionale (secondo l’Arma, presumibilmente all’uso di alcool e stupefacenti), si rifiutava di aprire urlando frasi sconnesse e lanciando il mobilio all’interno della stanza. Successivamente l’uomo si è lanciato dalla finestra da circa due metri e mezzo d’altezza. Nonostante la violenta caduta l’uomo si rialzava e subito si lanciava contro i militari nel tentativo di aggredirli inveendo contro di loro. I carabinieri, a quel punto, hanno estratto il ‘taser’ in dotazione.

 

L’uomo, residente non in Alto Adige e con precedenti specifici, continuava ad opporre resistenza fino a quando non è stato immobilizzato. I sanitari hanno, quindi, proceduto alle cure, ovvero finalizzare ad essere pericoloso sia per sè che per gli altri. Successivamente l’uomo accusava un malore costringendo il medico d’urgenza, già presente sul posto, ad effettuare le manovre di rianimazione le quali purtroppo non riuscivano ad evitare che l’uomo venisse colpito da arresto cardiocircolatorio. Dopo circa due ore il decesso.

 

Nel corso della successiva perquisizione nella stanza i militari dell’Arma rinvenivano alcune dosi di stupefacente probabilmente cocaina ed alcoolici molto probabilmente la causa del grave stato di agitazione e di confusione in cui versava il soggetto. La Procura di Bolzano ha aperto un’inchiesta a carico di ignoto e ha disposto l’autopsia. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close