• 2 Ottobre 2022 18:35

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Cibo, musica, letteratura e solidarietà: a Firenze la Biennale Enogastronomica

Ott 29, 2016

La Biennale Enogastronomica di Firenze va in scena dal prossimo 10 novembre e per i successivi 18 giorni negli spazi dell’Ex3, in viale Giannotti; una quinta edizione in cui incontri, degustazioni, cene e mercati celebrano la cultura del buon cibo e del bere bene che, come afferma Leonardo Romanelli, critico enogastronomico e direttore artistico della Biennale, scorre anche attraverso “appuntamenti che fondono altre discipline: dalla musica alle arti figurative alla letteratura, affinché il cibo non sia soltanto nutrimento del corpo, ma anche dell’anima”.

rom3

Figlia di un’intuizione di Leo Codacci, noto enogastronomo fiorentino che quarant’anni fa diede vita ad un evento sulle specificità culinarie locali, la Biennale vuole essere un racconto della tradizione in cucina modulata ai giorni nostri. In questa trasposizione giocano un ruolo chiave i ristoratori e l’organizzazione che ne riunisce buona parte, la Confesercenti. Come dice Santino Cannamela, presidente della Biennale Enogastronomica, “il mondo dell’enogastronomia si è arricchito di creatività e di sperimentazione grazie alle conoscenze tecniche che sono diventate patrimonio condiviso di chef e operatori del settore. La Biennale punta a trasferire tutto questo patrimonio al grande pubblico attraverso la riscoperta di materie prime territoriali spesso povere e a basso costo per rendere l’alta scuola gastronomica italiana accessibile a tutti”.

Ricchissimo il programma che comprende una tavola rotonda sulla promozione del territorio attraverso le eccellenze enogastronomiche; iniziative di solidarietà (come il Pranzo dei Santi alla mensa della Caritas o la raccolta fondi al Teatro dell’Opera per l’Associazione Toscana Tumori); degustazione di vini passiti, di tè, di caffè, di bollicine toscane e di grande annate di vini; l’assaggio di panettoni e di birre ovviamente artigianali, di trippa e lampredotto; la creazione di cocktail; un concorso riservato agli studenti degli Istituti Alberghieri; la presentazione di prodotti di eccellenza e di libri che raccontano il cibo, i suoi luoghi e i suoi personaggi; l’olio nuovo toscano vero portato dal Cosorzio di tutela Toscano IGP; più di venti cooking show in ognuno dei quali uno chef presenta e realizza un piatto; uno spettacolo (Galeotto fu il risotto, di e con Leonardo Romanelli). La Biennale è anche un grande contenitore, che ospita quattro eventi: da venerdì 11 a domenica 13 lo street food; martedì 15 Contaminazioni di Pizza; venerdì 18 Elba Taste, rassegna che presenta le tipicità dell’isola toscana; sabato 19 e domenica 20 il Florence Wine Event, in cui decine di vignaioli proporranno in degustazione le loro etichette; nella stessa occasione ci sarà uno stand per l’assaggio di diversi sakè che provengono da cantine che hanno una storia lunga oltre 200 anni .

rom1

Ma non è finita qui. Al di fuori dell’Ex3, la Biennale prevede un’altra serie di appuntamenti, a cominciare da un concorso tra ristoranti sul menù del giorno per la rivalutazione dei piatti del territorio proposti a condizioni particolari. Da giovedì 10 a domenica 13 il Mercato della Biennale animerà piazza della Repubblica, proponendo una selezione di eccellenze enogastronomiche e artigianali. Venerdì 11 dalle 17 al Mercato Centrale di Firenze tra le botteghe del primo piano degustazioni di Chianti Classico, lezioni di cucina chiantigiana dalle massaie del territorio e altri eventi per festeggiare con la città i trecento anni del Gallo Nero.

rom

Sabato 12 dalle 11 alle 14, nello storico Mercato Centrale di San Lorenzo, il Palio della Ribollita; nello stesso luogo, ma venerdì 18 dalle 19, per Non solo trippa i ristoranti del quartiere presenteranno la loro interpretazione del piatto. Due gli appuntamenti nell’ambito delle visite proposte da Città nascosta: venerdì 18 I banchetti sacri; domenica 20 al Museo Archeologico Antiche delizie del palato. Sempre domenica 20 la Biennale sbarca a Roma: l’hotel Radisson Blu ospita Life of wine, un evento dedicato alle vecchie annate. Venerdì 25 ecco Il mare in città: al ristorante La Loggia di piazzale Michelangelo a Firenze, gli chef dell’Elba realizzeranno un menù a base di pesce e prodotti tipici dell’isola. Sabato 26, il ristorante I cinque sensi sarà la sede di Ciliegiolo d’Italia, degustazione di produttori di ciliegiolo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close