Un bambino di un anno e mezzo è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Giovanni XXIII di Bari dopo aver ingerito alcuni grammi di hashish trovati in casa: è ricoverato in terapia intensiva, ma le sue condizioni appaiono in netto miglioramento.

La vicenda risale ad alcuni giorni fa. A raccontare a medici e investigatori quanto accaduto sono stati gli stessi genitori, due trentenni di un paese della provincia Barletta-Andria-Trani (Bat), che avevano portato

il bambino in ospedale a Trani: da qui il piccolo è stato poi trasferito prima a Bisceglie e poi a Bari. L’ospedale ha denunciato l’episodio alla polizia, che ha avviato accertamenti coordinati dalla Procura di Trani.

Stando a una prima ricostruzione dei fatti, anche sulla base delle dichiarazioni dei genitori, il bimbo avrebbe trovato in casa il pezzo di droga e, senza che i genitori se ne accorgessero, l’avrebbe messo in bocca finendo in stato di incoscienza.