ROMA – Apple sta lavorando per risolvere il problema degli inviti “spam”, indesiderati, che hanno inondato l’agenda di numerosi utenti iPhone, e non solo. Per la versione web di iCalendar, come riporta il sito 9to5mac, la compagnia ha introdotto un’opzione per segnalare gli inviti “spazzatura” e bloccarli. Probabilmente questa funzione sarà inclusa anche nei prossimi aggiornamenti dei sistemi operativi di iPhone/iPad e Mac per risolvere il problema anche nell’applicazione di Calendar.

Il caso dello “spam” in agenda è scoppiato a novembre, soprattutto a ridosso del Black Friday, la giornata che dà il via agli sconti e agli acquisti di Natale e ha interessato anche gli utenti italiani. Diversi clienti Apple hanno segnalato notifiche – in particolare su iPhone – di appuntamenti da siti “spazzatura” su eventi di vendita o promozioni fasulle.

Un problema legato a iCloud, il sistema di Apple per conservare nel web i contenuti dei propri dispositivi, reso ancor più fastidioso dal fatto che il rifiuto dell’invito portava alla ricezione di nuovi messaggi. Apple si era scusata per l’accaduto e aveva affermato di essere al lavoro per “identificare e bloccare i mittenti” di questa ondata di spam.